Il Game Boy sarebbe potuto diventare il primo smartphone della storia, ma qualcosa andò storto

Incredibile ma vero. Il primo smartphone della storia sarebbe potuto essere il Game Boy, la nota console portatile targata Nintendo

gameboy 20220102 cellulari.it
Un Game Boy sarebbe potuto diventare il primo smartphone in commercio (screenshot YouTube)

Una storia a dir poco incredibile, raccontata dall’esperto e storico di videogiochi Liam Robertson con un video sul suo canale YouTube. Ad inizio 2000, tra i piani di Nintendo c’era l’idea di trasformare il Game Boy in quello che noi oggi chiamiamo smartphone.

Tutto grazie al WorkBoy, sviluppato nei primi anni ’90 e che aveva come obiettivo quello di trasformare la nota console portatile in uno strumento per la produttività. Il progetto venne abbandonato anzitempo, ma qualche anno dopo Eddie Gill provò a convincere nuovamente Nintendo con il suo successore: il PageBoy.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Addio Whatsapp! L’app di messaggistica numero uno al mondo smetterà di funzionare su questi smartphone

Game Boy come smartphone, ecco cosa non ha funzionato

Questo PageBoy sarebbe dovuto essere un accessorio vero e proprio, da inserire nello slot adibito alle cartucce del Game Boy Color. Alimentato da due batterie, avrebbe permesso alla console di casa Nintendo di inviare e ricevere email, di navigare su internet, di ricevere notizie e persino previsioni meteorologiche. Oltre alla visione della TV, alla gestione dei contatti e allo scambio di messaggi. Tutto quello che facciamo noi oggi con i nostri smartphone. E grazie ad altre periferiche, si sarebbe potuti addirittura arrivare ai selfie.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Google invade la privacy? Sundar Pichai nei guai: può essere interrogato

Alla fine, il progetto non vide mai la luce per un motivo ben preciso. Il PageBoy si sarebbe infatti dovuto appoggiare alla rete bidirezionale dei cercapersone americani. Una tecnologia che non era ancora ben sviluppata al di fuori degli Stati Uniti. Una limitazione che non avrebbe permesso al Game Boy di essere una console universale. Probabilmente oggi Nintendo di starà mangiando le mani, vedendo il successo che hanno avuto gli iPhone prima e a ruota tutti gli altri device lanciati dalla concorrenza.