Huawei sta vendendo Honor per 3.1 miliardi: Xiaomi e TCL interessate

Huawei logo (screenshot)

Huawei sta vendendo Honor, l’azienda cinese è in trattativa con tre colossi della tecnologia tra cui spiccano Xiaomi e TCL.

Huawei sta passando tempi duri in seguito al ban americano. Il presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, ha fatto della xenofobia e della lotta alla Cina una dei suoi cavalli di battaglia per conquistare consensi. Dal punto di vista economico e tecnologico questo ha significato che le aziende che non rispettassero le sue imposizioni sarebbero state bloccate dal mercato americano, e così è accaduto a Huawei, con le sue infrastrutture di rete ed i suoi dispositivi bloccati dagli USA. Il ban però ha colpito anche applicazioni importanti e molto usate come WeChat e TikTok, facendo cambiare completamente gli equilibri di forza nella nazione. Per questo motivo Huawei sta facendo di tutto per vendere il suo brand secondario, ovvero Honor.

LEGGI ANCHE —> Huawei Mate XS, il foldable da 2500 euro: scheda tecnica

Huawei sta vendendo Honor per 3.1 miliardi: Xiaomi e TCL interessate

Senza servizi Google, senza Android e senza l’hardware e le componenti che da anni utilizzava, Huawei si è trovata improvvisamente con le spalle al muro. Ora l’azienda asiatica si sta riprendendo, piano piano, ma di certo non avere accesso al mercato americano non è un buon modo per vincere contro la competizione. Per questo, riporta Reuters, l’azienda sta cedendo Honor per la cifra record di 3.1 miliardi di euro, ovvero 25 miliardi di yuan. Ad essere interessate sono tre aziende. C’è Digital China, che già si occupa di Honor e della sua distribuzione sul mercato mondiale. Poi c’è TCL, importante industria tecnologica cinese con ramificazione ovunque. E quindi Xiaomi, avversaria diretta di Huawei che già vanta il marchio Poco e che potrebbe ora ingrandire ulteriormente la propria sfera di influenza nel mondo con l’acquisto di Honor.

LEGGI ANCHE —> Huawei batte Samsung? Kirin 9000 vs Exynos 1080: i benchmark