Huawei, Samsung fornirà i nuovi schermi OLED: ok dagli USA

huawei p50
Huawei P50, grosse novità in arrivo per ciò che riguarda il comparto fotografico (screenshot)

Huawei ha ricevuto l’ok dagli USA per quanto concerne la fornitura degli schermi da parte di Samsung.

Huawei è stata colpita con estrema potenza dagli Stati Uniti d’America dal ban di Trump. La situazione è molto delicata per la casa di smartphone e tablet cinese, che senza dubbio avrà bisogno di una rivoluzione interna potente per poter tornare  ai fasti di un tempo. Fino a quel, momento, però, sarà necessario muoversi passo dopo passo, alla ricerca di un nuovo equilibrio e di nuovi fonti sicure di tecnologia. Con il ban degli Stati Uniti d’America, infatti, l’azienda asiatica è stata messa sulla blacklist da tantissime aziende mondiali. Senza processori, senza Android e senza componenti fondamentali, l’azienda ha dovuto ripartire dalle fondamenta per ricominciare a produrre smartphone. E ora è stato fatto un passo molto importante per quanto concerne gli schermi, con Samsung che si incaricherà di fornire i display OLED a Huawei.

LEGGI ANCHE —> iPhone 12, arriva la variante da 1TB? La strategia di Apple

Huawei, Samsung fornirà i nuovi schermi OLED: ok dagli USA di Trump

samsung galaxy s30
Samsung (Adobe Stock)

La trattativa è stata lunga e soprattutto il tempo necessario per ricevere l’ok dagli Stati Uniti non è stato breve. Alla fine però, fortunatamente, Huawei è riuscita a ricevere l’ok da parte del governo americano per poter trattare con Samsung per la fornitura dei display OLED per i prossimi smartphone che produrrà. In questo modo la casa cinese ha perlomeno coperto il problema dei display, assicurandosi una fornitura di livello molto importante. Gli schermi Samsung infatti sono tra i più apprezzati al mondo, e ora Huawei ha un buon partner per ripartire pian piano, riporta Nikkei. Un passo avanti per ritornare ad essere grandi. La situazione per il colosso cinese sembra essere in discesa.

LEGGI ANCHE —>  iPhone 12, ricarica inversa per ora disattivata: Apple prepara una sorpresa?