I nuovi Huawei P50 stanno arrivando e accoglieranno funzionalità uniche

I nuovi Huawei P50 saranno presentati a brevissimo e si candidano ad esser tra i migliori smartphone del 2021.

Huawei P50 uscita novità
Attesa a brevissimo la presentazione dei nuovi Huawei P50 (Immagine by RODENT950)

Huawei è ormai ad un tiro di schioppo dall’ufficializzare i suoi primi smartphone con a bordo HarmonyOS. Dopo aver pescato fuori dal mazzo alcuni dispositivi animati dalla piattaforma software alternativa ad Android (rispettivamente due tablet e altrettanti smartwatch), il colosso cinese pare esser adesso intenzionato a immettere sul mercato i successori dell’attuale serie P40. Un evento certamente importante se si guarda alle enormi difficoltà a cui Huawei ha dovuto far fronte, in special modo riguardanti le problematiche di fornitura e approvvigionamento dei principali componenti. Da qui trovano così spiegazione gli innumerevoli rinvii che abbiamo più volte riportato.

L’attesa sembra comunque volgere al termine e lo dimostrano le molteplici voci ribadite in rete nel corso degli ultimi giorni, secondo cui la serie Huawei P50 sarà svelata al pubblico in occasione di un evento calendarizzato per la giornata del 29 luglio prossimo. Una data ancora tutta da confermare, sia pure plausibile se si guarda alle strategie abbozzate di recente dall’azienda. La commercializzazione effettiva dovrebbe invece coincidere con la metà di agosto e le novità saranno certamente dirompenti.

POTREBBE INTERESSARTI>>>Robert Lewandowski finisce dentro ai nuovi Huawei Watch 3 e 3 Pro

Un concentrato di ottimizzazioni

Huawei P50 uscita agosto
I nuovi Huawei P50 saranno realizzati attingendo a molti componenti cinesi (Immagine by Voice.com – Steve Hemmerstoffer)

Stando a quanto riportato in rete, i nuovi smartphone Huawei saranno commercializzati in due differenti versioni, di cui una corroborata dalla presenza della connessione dati 4G. Un fattore che potrebbe sorprendere se si guarda anche al processore impiegato – vale a dire lo Snapdragon 888 di Qualcomm, chipset già predefinito per funzionare con le reti di nuova generazione – ma che invece ha una sua logica. La motivazione va ricercata nelle restrizioni imposte dagli Stati Uniti, che impediscono per l’appunto a Huawei di acquistare chipset di Qualcomm realizzati in 5G. Al netto delle differenze di rete, le prestazioni del SoC saranno tuttavia le medesime di molti altri smartphone animati dallo Snapdragon 888, il che offre certamente una rassicurazione importante sull’esperienza d’uso e sulla “forza bruta” del dispositivo.

POTREBBE INTERESSARTI>>>Galaxy S22 Ultra, fotocamera potentissima grazie all’aiuto di Olympus

Se si toglie il processore, i nuovi Huawei P50 saranno gli smartphone col più alto numero di componenti realizzati direttamente da fornitori cinesi. Anche in questo caso si tratta di una esigenza che ha lo scopo di bypassare le restrizioni imposte dal governo americano. La qualità, in ogni caso, sarà eccelsa, quantomeno sulla carta. L’elemento di maggior spicco ruoterà attorno al comparto fotografico – che potrebbe accogliere il sensore più grande mai realizzato su uno smartphone – mentre HarmonyOS potrà fregiarsi di specifiche ottimizzazioni software per migliorare l’esperienza d’uso, in particolar modo sotto il fronte del gaming e della cattura dei video.