Google non ci ripensa e manda in pensione due smartphone di successo: addio alla speranza di un calo dei prezzi

Big G è un po’ come Paganini, non ripete. Ma qualche eccezione la fa, come accaduto in questo mese, quando Google prima ha fornito un’anteprima sorprendente della prossima serie Google Pixel 6 e questa settimana il colosso di Mountain View manda in pensione due suoi smartphone.

Pixel 5, uno degli smartphone (a vita breve) di Google (Adobe Stock)
Pixel 5, uno degli smartphone (a vita breve) di Google (Adobe Stock)

Il secondo annuncio fa rumore, visto che Pixel 4a 5G e Pixel 5 non rimarranno in vendita, anche se la serie Pixel 6 non sarà disponibile almeno fino a questo autunno. Google conferma la sua doppia sospensione, in maniera ufficiale, tramite Digital Trends. “Con le nostre previsioni attuali, prevediamo che Google Store negli Stati Uniti esaurirà Pixel 4° e Pixel 5 nelle prossime settimane dopo il lancio di Pixel 5a. Il Pixel 5°  è un’ottima opzione per i clienti e offre preziosi aggiornamenti hardware rispetto al Pixel 4”, il tutto a un prezzo inferiore” ha affermato un portavoce di Google.

Google, una mossa non a sorpresa. Tutto su Pixel 6

Google, Pixel 4a non verrà più prodotto (Adobe Stock)
Google, Pixel 4a non verrà più prodotto (Adobe Stock)

La mossa di Big G, comunque, non deve sorprendere più di tanto, dal momento che già negli ultimi mesi si parlava di questa possibilità, che ora fa rima con ufficialità. Non dovrebbe essere un grosso problema, né per Google né per gli utenti, in quanto Pixel 5a 5G combina il meglio di Pixel 4a 5G e Pixel 5 offrendo anche un display più grande e una batteria più grande. È alimentato dallo stesso SoC Snapdragon 765G e racchiude lo stesso hardware della fotocamera degli altri due.

LEGGI ANCHE >>> Il manuale di istruzioni di Apple II autografato da Steve Jobs finisce all’asta: il prezzo finale è da record!

Sebbene Google non abbia motivato la sua scelta di interrompere la produzione di Pixel 4a 5G e Pixel 5, la carenza globale di chip sembra essere il fattore che, molto probabilmente, abbia influito maggiormente nella doppia sospensione degli smartphone by Google. Entrambi i modelli, però, rimarranno disponibili attraverso i canali di vendita ufficiali fino ad esaurimento scorte, soltanto che non verranno prodotte nuove unità.

LEGGI ANCHE >>> Arriva TikTok Radio, a gestire la programmazione ufficiale saranno gli utenti

Tutto sui Pixel 6, dunque, che dovrebbero essere due: la versione normale e la variante Pro, quest’ultima leggermente più grande. Uno Schermo da 6,4” FHD+ 120Hz OLED, una CPU Google GS101, 2x Cortex A78 + 2x Cortex A76 + 4x Cortex A55 con GPU Mali-G78 MP14, RAM 8 GB, una Memoria interna: 128/256 GB UFS 2.1 nella sua probabile scheda tecnica. Fotocamera posteriore, principale: 50 megapixel (Samsung Isocell/Sony IMX 8xx), f/1.8 aperture; Dual Pixel/Split Pixel Technology; grandangolo: 12 megapixel, f/2.2, FOV 120°; Fotocamera frontale: singola fotocamera (no face ID). Connettività: nano SIM + eSIM, 5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2, NFC, GPS, USB-C. Certificazione: IP68. Batteria: 4.500 mAh. Dimensioni: 158,6 x 74,8 x 8,9-11,8 mm. OS: Android 12.

Lo smartphone di casa Mountain View dovrebbe essere lanciato anche in Italia intorno ai mille euro. Addio alla speranza di un calo dei prezzi, bye bye nel frattempo a Pixel 4a 5G e Pixel 5.