Google Drive diventa più facile, la nuova ricerca semplifica la vita agli utenti

Il servizio cloud targato Big G, usato in ogni parte del mondo come strumento di lavoro e non, si prepara ad accogliere una corposa novità mirata a semplificare la vita degli utenti. Le nuove funzioni di Google Drive.

Google Drive
(AdobeStock)

Google Drive è diventato, nel corso degli anni, un compagno fedele di milioni di utenti sparsi per il mondo. Dalla più semplice capacità di ospitare dati sul cloud, liberando spazio sui dispositivi, alla condivisione di documenti e materiale, in ambiente lavorativo così come per il tempo libero o le più disparate ragioni. Col passare degli anni però la mole di contenuti “appoggiati” sul cloud di Google cresce a dismisura, e a meno che l’utente non abbia provveduto nel corso del tempo ad organizzare i file in maniera ordinata, trovare quel che si cerca può diventare impresa ardua.

E’ qui che Google introduce una novità, tanto elementare quanto però desiderata dai tanti utilizzatori di Drive, la possibilità di ricercare in modo più mirato documenti e file.

Google Drive si aggiorna, i nuovi filtri per la ricerca semplificano la vita

google drive
(AdobeStock)

Con l’introduzione dei filtri per la ricerca – come spiegato da Android Police – trovare un file creato, ad esempio, anni addietro, diventa un’operazione decisamente più semplice e meno macchinosa. Il funzionamento è simile per dinamiche a quello già visto all’interno di Gmail, il servizio di posta elettronica di Google diffusissimo a livello mondiale. Iniziando a scrivere una parola nel campo di ricerca, la piattaforma suddivide in automatico i risultati trovati, proponendoli all’utente in modo più intuitivo e razionale. Diversi gruppi di risultati utili allo scopo di affinare ulteriormente la ricerca e districarsi dalla giungla di contenuti creati, nella maggior parte dei casi, nel corso di anni e anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp ovunque, anche senza avere lo smartphone connesso a internet

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amazon offre un bonus di 10 euro: ecco come usufruirne subito

Altra cosa che farà piacere agli utenti di Google Drive, non tanto per originalità quanto per il fatto che prima non era presente, è la scelta del tipo di file da cercare e la possibilità di ordinare i risultati alla stregua di una cartella, ad esempio per tipo di file o data dell’ultima modifica.