Gli italiani si allenano sempre di più grazie alla tecnologia smart

Le abitudini consolidate durante il lockdown hanno reso gli italiani più sportivi: uno studio rivela allenamenti più consistenti e utenti più in forma grazie alle tecnologie smart

FitBit (Adobe Stock)
FitBit (Adobe Stock)

Gli italiani si allenano sempre di più affidandosi alle tecnologie smart: è quanto emerge dallo studio “Italiani, Sport e Tecnologia” elaborato da Trend Radar di Samsung in collaborazione con l’Istituto di ricerche di mercato GWI. La ricerca è stata condotta attraverso questionari online con la partecipazione di 570 utenti di età compresa da 16 e 64 anni. Il dato più rilevante te è che grazie al supporto degli strumenti digitali, cresciuto di ben 44%, ci si impegna di più per tenersi in forma.

Se prima della pandemia la maggior parte degli italiani si allenava 1-2 volte alla settimana, adesso quasi un quarto, il 23,1% lo fa 3-4 volte alla settimana. Gli uomini si allenano più assiduamente (29,1%) rispetto alle donne (27,1%).

LEGGI ANCHE >>> Recensioni false, 600 brand cinesi bannati da Amazon

Le abitudini post-lockdown: esercizio e casa e tanto aiuto dalla tecnologia

Il periodo di lockdown ha cambiato le nostre abitudini. Con l’impossibilità di usare le palestre o di fare jogging nelle vicinanze delle proprie abitazioni, gli esercizi fitness con istruttori online hanno reso possibile svolgere le attività sportive senza spostarsi, e molti hanno mantenuto questa abitudine. Il 46,6% degli italiani preferisce allenarsi a casa – un trend più marcato tra le donne (50,2%) che scelgono yoga, pilates e zumba. Il 19,5% delle persone è rimasto fedele alla palestra.

LEGGI ANCHE >>> Greenpass sempre a portata di mano su iPhone: come fare per aprirlo in un click

Gli uomini sono più per le attività outdoor, quali il calcio (41%), il nuoto (21%) e il ciclismo (18%). L’80% delle persone utilizza dispositivi tecnologici sia per monitorare gli allenamenti che i proprio stato di salute in generale – il sonno, il battito cardiaco, le calorie, oltre alle funzionalità ormai consolidate come l’ascolto della musica, il tracciamento dei propri allenamenti o il  contapassi. I device più usati sono gli smartphone, seguiti da smartwatch e wristband. Gli strumenti digitali sono sempre più usati non soltanto nella pratica ma anche nel seguire gli eventi sportivi. Tra i dispositivi si privilegia smart TV (46.6%), laptop (29,1%) e smartphone (23,7%).