Facebook e Google uniti da un cavo sottomarino. Ecco Echo (e Bifrost)

Facebook ha pianificato due nuovi cavi sottomarini per collegare Singapore, Indonesia e Nord America in un progetto con Google e le società di telecomunicazioni regionali, con il fine (strategico) diaumentare la capacità di connessione Internet tra le varie regioni.

Facebook (Adobe Stock)
Facebook (Adobe Stock)

Si chiamano Echo e Bifrost”. Rivela Kevin Savadori. “Saranno i primi due cavi ad attraversare un nuovo percorso diversificato che attraversa il Mar di Giava – continua il Vice President of Network Investments di Facebook, in un’intervista alla Reuters – aumenteranno la capacità sottomarina complessiva nel transpacifico di circa il 70%“.

Facebook, rotta sull’Indonesia: “Un investimento importante”

Facebook, il logo (Adobe Stock)
Facebook, il logo (Adobe Stock)

Salvadori non svela l’investimento di Facebook insieme a Google, limitandosi però a parlare di un “investimento importante nel sud-est asiatico”. I cavi saranno i primi a collegare direttamente il Nord America ad alcune delle parti principali dell’Indonesia, aumenteranno la connettività per le province centrali e orientali del quarto paese più popoloso del mondo. Salvadori ha affermato che “Echo” è stato costruito in collaborazione con Google di Alphabet e la società di telecomunicazioni indonesiana XL Axiata e dovrebbe essere completato entro il 2023.

LEGGI ANCHE >>> Bellissimo lago turchese, è uno dei posti più nocivi del mondo

Bifrost, invece, che viene realizzato in collaborazione con Telin, una sussidiaria dell’Indonesia Telkom, e il conglomerato singaporiano Keppel, dovrebbe essere completato entro il 2024. I due cavi, che necessitano ancora dell’approvazione normativa, seguono i precedenti investimenti di Facebook per creare connettività in Indonesia, un pallino di Zuckerberg visto che rappresenta uno dei primi cinque mercati a livello globale.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp permetterà di cambiare i colori delle chat

Mentre il 73% della popolazione indonesiana di 270 milioni è online, la maggioranza accede al web ancora tramite dati mobili, con meno del 10% ad utilizzare una connessione a banda larga, secondo un sondaggio del 2020 condotto dall’Indonesian Internet Providers Association. Da qui l’investimento di Facebook.

Facebook ha promesso che avrebbe distribuito 3.000 km (1.8641 miglia) di fibra in Indonesia in venti città, oltre a un precedente accordo per lo sviluppo di hot spot Wi-Fi pubblici. A parte i cavi del sud-est asiatico, Facebook sta continuando con i suoi piani sottomarini più ampi in Asia e nel mondo, incluso il Pacific Light Cable Network (PLCN).

Stiamo lavorando con partner e autorità di regolamentazione per soddisfare tutte le preoccupazioni delle persone – rimarca Kevin Salvadori – non vediamo l’ora che il cavo diventi un cavo transpacifico prezioso e produttivo”.

Il PLCN di 12.800 km, finanziato da Facebook e Alphabet, ha incontrato finora la resistenza del governo degli Stati Uniti sui piani, a causa di un condotto di Hong Kong. Da qui la scelta di Facebook di interrompere i lavori per collegare il cavo tra la California e Hong Kong a causa delle “continue preoccupazioni del governo degli Stati Uniti sui collegamenti di comunicazione diretta tra gli Stati Uniti e Hong Kong“. Rotta sull’Indonesia.