Digitale Terrestre, HELP interferenze: un vantaggio da sfruttare

Mentre la prima fase della rivoluzione del Digitale Terrestre si snoda con la modifica dei Mux, sono tanti i vantaggi sa sfruttare per non farsi cogliere impreparati nel passaggio al DVB-T2.

Interferenza televisiva (Adobe Stock)
Interferenza televisiva (Adobe Stock)

Con il bonus TV si può ricevere un aiuto economico fino a 50 euro (fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate previste, 150 milioni di euro circa). Con “uno contro uno” è possibile cambiare il proprio decoder (o televisore) consegnandolo direttamente al punto vendita, al momento dell’acquisto di uno nuovo, di seconda generazione (dal 2017 in poi) e poi c’è HELP interferenze.

Digitale Terrestre, aspettando settembre 2021

TV Remote (Adobe Stock)
TV Remote (Adobe Stock)

HELP interferenze è un nuovo servizio di assistenza ai cittadini che riscontrano disturbi alla TV Digitale Terrestre, dovuti alle interferenze tra i segnali LTE e quelli televisivi.

LEGGI ANCHE >>> Sondaggio su Whatsapp, c’è un modo per crearlo: come fare

E’ dedicato a tutti i cittadini che, a partire dal 1 gennaio 2013, riscontrano problemi di ricezione di uno o più canali o l’oscuramento totale della propria TV. Tramite il servizio è possibile sapere se l’indirizzo coinvolto dal problema rientra tra le zone geografiche interessate dalle interferenze LTE e ricevere adeguato supporto.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 con always on display, Apple ci sta lavorando: il leak

Importante un doveroso appunto: HELP interferenze riguarda solo la TV digitale terrestre, mentre non colpisce la televisione satellitare.

L’utente privato, ma anche l’amministratore di un condominio, può inviare una segnalazione a HELP Interferenze. In presenza dei requisiti tecnici e amministrativi richiesti per l’accesso al servizio, sarà inviato un antennista che effettuerà l’intervento di ripristino della corretta ricezione dei segnali televisivi, senza alcun costo per il cittadino.

La segnalazione si effettua on line, con la compilazione da parte del richiedente di un apposito web form. Servono dati anagrafici e personali, email (facoltativa), dati relativi al canone di abbonamento, i dati relativi all’impianto di antenna TV (dove richiesto l’intervento) e altre informazioni utili per valutare il problema.

Al termine dell’operazione viene comunicato il codice segnalazione (da conservare), che serve per consultare online l’apposita sezione del sito di HELP interferenze, alla voce “Stato Segnalazione“.

Se la richiesta verrà autorizzata, HELP interferenze comunicherà (via e-mail) che a breve verrà contattato dall’antennista. Viceversa, il richiedente avrà comunque la comunicazione dell’esito negativo della richiesta.

Se l’intervento di ripristino viene autorizzato, il Codice Segnalazione coincide con il Codice Intervento.

Ci si avvicina così alla rivoluzione vera e propria del Digitale Terrestre: il primo grande passo è previsto per settembre, quando si passerà dall’attuale MPEG-2 a una codifica di livello superiore: MPEG-4.