Digitale Terrestre, una mappa per capire dove siamo rimasti

Il digitale terrestre avrà il suo primo cambiamento importante a settembre 2021, ma nel frattempo tante piccole cose stanno modificandosi di settimana in settimana, per arrivare alla rivoluzione vera e propria un po’ più preparati.

Multiplexer digitale terrestre (Adobe Stock)
Multiplexer digitale terrestre (Adobe Stock)

L’ultimo cambiamento dei Mux c’è stato lo scorso weekend, quello di San Valentino, ed ha riguardato il cambio di denominazione per l’emittente HSE24, trasmessa dal TIMB mux 1 nella posizione LCN 37, insieme al suo duplicato in definizione standard HSE24 HD sulla LCN 537.

E alle versioni trasmesse in differita di un’ora e due ore, rispettivamente HSE24 DONNA (LCN 137 in H.264) e HSE24 BEAUTY (LCN 237 in H.264) in onda nel RETE A Mux 2. E’ arrivato il logo GM24, sigla che sta per Grandi Momenti. Il nuovo slogan completo, come appare in alcuni spot promozionali, è grandi momenti di Shopping 24 Ore al Giorno. In basso a destra la scritta HSE24.it si alterna a quella di GM24.it.

Digitale Terrestre, da “HELP Interferenze” a Bonus TV, passando per “uno contro uno”

Decoder HD (Adobe Stock)
Decoder HD (Adobe Stock)

Per muoversi in mezzo a tutti questi cambiamenti, ecco una piccola guida per capire dove siamo rimasti

LEGGI ANCHE >>> Sondaggio su Whatsapp, c’è un modo per crearlo: come fare

Il primo modo per capire quanto la rivoluzione del Digitale Terrestre intaccherà la nostra vita è quello della data dell’acquisto del decoder/televisore: se stato fatto nel 2017, non dovrebbe esserci nessun cambiamento. Il secondo modo è sintonizzarsi subito sul canale 100 e 200, rispettivamente canali test di Rai e Mediaset: se apparirà la schermata blu con la scritta “Test HEVC Main10”, il decoder/televisore è abilitato per il Digitale Terrestre di seconda generazione.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 con always on display, Apple ci sta lavorando: il leak

Tanti aiuti anche dall’esterno, per tutti coloro che dovranno cambiare. Il primo è HELP Interferenze, un servizio di assistenza ai cittadini che riscontrano disturbi alla TV digitale terrestre (e non satellitare), dovuti alle interferenze tra i segnali LTE e quelli televisivi.

Si può inviare una segnalazione a HELP Interferenze, che consiste nella compilazione dell’apposito web form in cui riportare alcuni dati, tra cui quelli sul proprio impianto di antenna TV e quelli anagrafici. In presenza dei requisiti tecnici e amministrativi richiesti per l’accesso al servizio, non ci sarà nessun costo: intervento gratuito sì, bonus no.

Il Bonus TV è un’altra cosa: riguarda l’agevolazione (sotto forma di sconto) per l’acquisto di decoder/tv idonei al nuovo Digitale Terrestre. Ha un valore fino a 50 euro, è disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate previste, 150 milioni di euro circa.

Un ultimo aiutino è l’”uno contro uno”: la possibilità di liberarsi del vecchio televisore o decoder consegnandolo direttamente al punto vendita al momento dell’acquisto del nuovo apparecchio. Un’alternativa al portare il prodotto ormai in disuso presso l’isola ecologica del proprio comune di riferimento.