Connettività 5G in Italia, numeri impari rispetto al resto del mondo

I recenti dati snocciolati da OpenSignal confermano l’arretratezza dell’Italia nella sfida della connettività 5G: il nostro territorio è fuori da tutte le top dieci stilate dalla società di analisi della rete mobile.

connettività 5G Italia
OpenSignal mette in chiaroscuro lo sviluppo del 5G in Italia (AdobeStock)

La strada verso una capillare diffusione della connettività 5G è ancora piuttosto lunga se si guarda soltanto al territorio italiano. L’aggiunta di nuove città coperte dal più recente standard tecnologico si muove a passo di elefante, e neppure la velocità di picco registrata nei punti dove il 5G è presente pare tenere il passo della media globale. Più che un’impressione, si tratta soprattutto di reali concreti e tangibili, come dimostrato dalle metriche aggiornate da OpenSignal allo scorso 31 marzo.

Nel report “Benchmarking the Global 5G Experience“, la specializzata società di analisi della rete mobile ha tagliato fuori l’Italia dai primi dieci territori meglio attrezzati al nuovo corso della connettività cellulare. Delle molteplici graduatorie stilate da OpenSignal, il Belpaese è costretto a partire dalle retrovie, non solo in termini di copertura, ma anche e soprattutto di velocità: nessuna città italiana pare infatti distinguersi in ambedue i fattori e a vincere il confronto sono più che altro gli Stati dell’estremo oriente e alcune zone europee, come Olanda, Finlandia, Spagna, Svizzera e Austria. Una disfatta insomma su tutta la linea.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Questo sito calcola il più fortunato e il più sfortunato al fantacalcio

I numeri della disfatta

connettività 5G Italia
L’Italia non riesce a tener il passo degli altri territori (AdobeStock)

I numeri danno contezza del lento sviluppo del 5G in Italia: la velocità media in download registrata nel nostro paese è di appena 100 Mbps, ossia 3,6 volte in meno rispetto a quella raggiunta dalla capofila Corea del Sud, prima nella speciale graduatoria di OpenSignal con i suoi più accomodanti 361 Mbps. Discorso non dissimile per la velocità di picco massima: il dato di 484 Mbps raggiunto nel Belpaese viene infatti messo in chiaroscuro dai più mastodontici 863 Mbps relativi agli Emirati Arabi Uniti. E per mettere il dito nella piaga, riportiamo anche lo score relativo alla velocità massima in upload: 15 Mbps in Italia, contro i 36 Mbps di Taiwan.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amazon Prime Video fa bingo con Lol: #soLillo (e non solo), spacca!

A suggellare l’arretratezza del nostro territorio è soprattutto il punteggio relativo alla copertura: in una scala da 1 a 10, OpenSignal affibbia all’Italia un misero 1,2, ben lontano dal range delle prime top dieci (tutte ricomprese tra i 5 e il 10 punti). Urge insomma un sostanziale cambio di passo per non restare troppo lontani dagli altri paesi nella sfida al 5G, nuovo corso destinato a caratterizzare la connettività mobile.