Colpaccio di Motorola, il suo dongle MA1 è già sold-out: di cosa si tratta

Numeri pazzeschi quelli ottenuti da Motorola in questa prima fase di vendita del dongle MA1. Ecco di cosa si tratta

Lanciato pochi giorni fa sul mercato, il nuovo dongle MA1 di Motorola è già andato sold-out. Stiamo parlando di un accessorio per auto che potrebbe rivelarsi molto utile, soprattutto per coloro che non hanno Android Auto di default nel sistema di infotainment della propria vettura.

ma1 motorola 20220131 cellulari.it
Il nuovo MA1 di Motorola è già andato sold-out in America, con numeri da capogiro (screenshot)

Negli Stati Uniti è partita una vera e propria gara per accaparrarselo subito, con numeri di vendite da capogiro. Su Amazon l’accessorio è andato sold-out in pochissimo tempo e ancora non ci sono notizie su un restock.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un robot che serve cocktail in 90 secondi: c’è l’ok per le Olimpiadi di Pechino

Dongle MA1 di Motorola, ecco cosa c’è da sapere

ma1 motorola 20220131 cellulari.it
Ecco cosa c’è da sapere sul funzionamento di questo accessorio per Android Auto (Screenshot)

Il dongle MA1 di Motorola non è altro che un accessorio che – tramite wireless – rende disponibile Android Auto per tutti. Stiamo parlando di una proposta molto interessante e che ha già attirato l’interesse di moltissimi clienti. Questo perché la versione cablata limita la velocità di ricarica, mentre questa senza fili include maggior praticità. Ma non solo, perché si parla anche di funzionalità premium ed esclusive come l’accoppiamento veloce e AAWireless con crowdfunding.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Apple inonda di emoji il nuovo aggiornamento per iOS 15.4

Come specificato da Motorola, poi, la versione di Android Auto utilizzata è ottimizzata e permette di godere di un utilizzo senza interruzioni di continuità, anche sui veicoli in movimento. C’è la possibilità di sfruttare interazioni minime e “hands-free” tra il conducente e il suo smartphone, così da evitare ogni tipo di distrazione. Al momento, non ci sono ancora notizie relative ad un possibile rilascio in Italia. La speranza è che la SGW Global voglia allargare il proprio mercato, soprattutto visti gli ottimi numeri ottenuti fino ad ora negli Stati Uniti. Avere un gadget del genere per auto potrebbe semplificare la vita a moltissimi consumatori che non dispongono di default del sistema di infotainment di Google.