iOS 15 tiene i suoi utenti sulle spine: la feature più attesa non è stata ancora rilasciata

Tra le tante novità che fanno parte di iOS 15, ce n’è una presentata durante il WWDC 2021 che ancora non è stata rilasciata

Durante il WWDC dello scorso anno, Apple ha presentato al grande pubblico iOS 15 e tutte le novità che sono entrate a far parte del sistema operativo. Basti pensare a SharePlay, all’Universal Control, alle note in iCloud e a molto altro. La maggior parte di queste sono state rese disponibili sin dal day one, mentre per altre bisognerà ancora aspettare.

ios 15 20220131 cellulari.it 1
C’è una feature attesissima che ancora non ha fatto il suo esordio su iOS 15 (Adobe Stock)

Per esempio l’Universal Control, chiacchierassimo e che solo ora è stato reso disponibile in versione beta. Ma c’è un’altra feature della quale si era parlato e di cui ancora non si vede traccia: la possibilità di inserire patente e carta d’identità nell’Apple Wallet.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, a marzo cambia tutto: Mediaset illustra la situazione

Documenti personali nell’Apple Wallet, quanto bisognerà aspettare

ios 15 20220131 cellulari.it 1
Ecco quanto bisognerà aspettare prima di poter aggiungere i propri documenti nel Wallet (Adobe Stock)

Sicuramente la possibilità di aggiungere patente, carta d’identità, Green Pass e altri documenti personali all’interno dell’Apple Wallet può rappresentare una svolta importante. L’azienda di Cupertino ha presentato la feature nel corso del WWDC 2021, ma per il momento tutto tace a livello di rilascio. Inizialmente, era stata indicata la fine dello scorso anno come finestra per il rollout globale, salvo poi posticipare il tutto.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>>  iOS 16 con Widget interattivi? Un’immagine fa sognare gli utenti – FOTO

Ad oggi, non ci sono novità importanti in merito. L’azienda sta lavorando ad altre novità con la beta di iOS 15.4, senza concentrarsi sul Wallet. Verranno introdotte nuove emoji e ci sarà la possibilità di utilizzare il Face ID con la mascherina. Secondo quanto filtra in rete, pare che gli Stati Uniti saranno i primi a poter giovare dell’aggiornamento per il Wallet. Il primo checkpoint è rappresentato dalla Transport Security Administration, che vuole iniziare ad implementare il supporto delle licenze digitali già a partire da febbraio. Difficile ipotizzare quando il tutto verrà allargato anche al resto del mondo e all’Italia.