Clubhouse sarà disponibile anche senza invito? I possibili scenari

Una delle domande che gli utenti si stanno facendo e se sarà possibile accedere a Clubhouse senza invito. Ecco cosa potrebbe succedere   

clubhouse invito
Clubhouse sarà disponibile anche senza invito? (Adobe Stock)

Ormai è sulla bocca di tutti. Clubhouse è l’app del momento è praticamente chiunque la sta utilizzando per interagire con altri utenti all’interno di stanze specifiche e a tema. Il nuovo software di Alpha Exploration ha però alcuni paletti, che lo rendono “esclusivo” e (almeno per ora) non accessibile a tutti.

È infatti disponibile solo per gli utenti di iOS e, soprattutto, è possibile accedervi esclusivamente su invito. Ogni persona che si iscrive, infatti, ha a disposizione alcuni pass da mandare ad amici o parenti, che a loro volta ne otterranno altri. Un meccanismo di selezione che taglia una buona fetta di utenza dall’app e la rende più gestibile, ma sarà sempre così?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Instagram contro il repost dei contenuti di TikTok: arriva nuovo algoritmo

Clubhouse senza invito, la strategia di Alpha Exploration

clubhouse cina
Al momento no, mentre diverso è il discorso relativo allo sbarco su Android (Adobe Stock)

Che Clubhouse possa aprire ai nuovi utenti senza invito, è tutto da vedere. La domanda ovviamente sta rimbalzando un po’ ovunque in queste settimane, con milioni di persone che aspettano di poter finalmente accedere alle stanze ma che non hanno nessuna persona dalla quale ricevere un invito. Al momento, comunque, sembra molto difficile. Sono già numerose le critiche relativa alla poca moderazione nelle “Rooms”, e un ulteriore flusso di utenza potrebbe persino peggiorare una situazione già complicata.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Zoom, effetti collaterali indesiderati: avvocato a un udienza con le sembianze di un gatto

Altro problema è quello relativo alla privacy. Il funzionamento del software non è infatti compatibile con il regolamento europeo, e il Garante italiano ha già inviato una lettera ad Alpha Exploration. Sono tutti elementi che fanno intendere come – almeno per ora – difficilmente aprirà in maniera così importante la cerniera di utenza.

Discorso diverso invece per lo sbarco su Android. Da questo punto di vista, qualcosa si sta muovendo. Pochi giorni fa i due fondatori di Clubhouse hanno rivelato che sono iniziati i lavori di sviluppo del software, ma al momento non ci sono ancora possibili date di sbarco sul Play Store di Google.