Zoom, effetti collaterali indesiderati: avvocato a un udienza con le sembianze di un gatto

Rod Ponton è un avvocato tributarista a cui sarebbe piaciuto diventare famoso più per il suo lavoro, che per gli “effetti collaterali indesiderati” di Zoom, una società di servizi di teleconferenza con sede a San Jose in California, che fornisce servizi di conferenza remota che combina videoconferenza, riunioni online, chat e collaborazione mobile, diventata praticamente l’icona dello smart working in tempo di pandemia.

Zoom (Adobe Stock)
Zoom (Adobe Stock)

Zoom è molto usato negli Stati Uniti in tempo di pandemia da Covid 19, è diventato addirittura sede di molte udienze telematiche, che ormai un tempo si svolgevano nei tribunali.

Zoom, quando non si sa disattivare il filtro…

Filtro Zoom (Adobe Stock)
Filtro Zoom (Adobe Stock)

Giudice sono in diretta con voi, non sono un gatto”. Il malcapitato “eroe” Rod Ponton comincia così la sua udienza.

LEGGI ANCHE >>> Huawei vuole ricucire i rapporti con gli USA: chiesto colloquio a Biden

La trasformazione da uomo in gatto-avvocato durante un’udienza in live streaming del 394° tribunale distrettuale giudiziario è stata postata dal giudice Roy Ferguson – che presiede il distretto comprendente una manciata di piccole contee del Texas occidentale, vicino al confine con il Messico – divenendo praticamente virale, con oltre duecentomila visualizzazioni appena pubblicata.

LEGGI ANCHE >>> Spoiler Android 12, le prime immagini di come sarà

La causa dell’increscioso episodio, divenuto suo malgrado uno siparietto comico, è dovuto alla mancata disattivazione del filtro da parte di Rod Ponton.

L’avvocato non è riuscito a individuare subito la provenienza di questo particolare filtro nei pacchetti predefiniti di Zoom. Anche una rapida ricerca da parte della segretaria nella directory dei filtri della fotocamera Snap non è stata all’inizio rilevata.

Secondo Vice, che ha parlato con Ponton lunedì, era il computer della sua segretaria, a fare le…. fusa. Alla fine, comunque, il filtro è stato disattivato e l’udienza è proseguita senza incidenti.

Rod Ponton ha comunque mantenuto il suo aplomb, perché quando si è visto “trasformato” in quel gattino bianco adorabile, con quei suoi occhioni verdi smeraldo, ha suggerito al trio di partecipanti di “andare avanti lo stesso” lasciandosi comunque andare a quel comico: “Sono qui dal vivo. Non sono un gatto“.

La scena è davvero esilarante. E va vista e rivista. Il collega avvocato H. Gibbs Bauer risponde a Ponton: “Lo vedo“, il tutto mentre l’avvocato Jerry L. Phillips sorride allegramente nell’angolo in alto a destra.

Uno spot per Zoom, ma anche un ammonimento per tutti i professionisti che sono meno diligenti nel controllare le proprie impostazioni prima di entrare direttamente a una riunione di lavoro.