Cashback si allarga anche ad Autostrade: come richiedere il rimborso

Anche Autostrade per l’Italia accoglie il piano Cashback. Ecco come richiedere subito il rimborso parziale o totale del pedaggio

cashback autostrade
Attivo da oggi il servizio Cashback per le autostrade (Getty Images)

Se n’è parlato a lungo. A partire da oggi mercoledì 16 settembre, prende il via il servizio Cashback per il pedaggio autostradale. Sarà possibile richiedere il rimborso parziale o totale per il tempo perso per via della presenza di cantieri. Nei mesi scorsi sono stati effettuati alcuni test con un campione di utenti, mentre da questa mattina il servizio è stato aperto a tutti (in via sperimentale fino al 31 dicembre 2021).

Come sottolineato dall’ASPI, però, ci sono alcune categorie per le quali il servizio sarà accessibile in un momento successivo. Si parla di consorzi e dei loro associati, con un processo di adesione dedicato che – stando a quanto si legge – permetterà loro di recuperare in maniera retroattiva i rimborsi relativi agli itinerari percorsi da oggi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Ehi Google, bravo: hai mantenuto la promessa”. Aggiornata una importante modalità

Cashback per le Autostrade, ecco come funziona il servizio

cashback autostrade
Ecco tutto quello che c’è da sapere sul nuovo servizio in fase di sperimentazione (Screenshot YouTube)

Per accedere sin da subito al servizio Cashback dedicato ad Autostrade, bisogna innanzitutto scaricare l’app Free to X (disponibile sia su iOS che su Android). Fatto ciò, vi verrà chiesto di registrarvi e di attivare il vostro account, prima di poter effettuare la richiesta di rimborso vera e propria. Sarà possibile ottenere il tutto sia per i pagamenti tramite Telepass che per quelli con carta di credito, di debito, Viacard e contanti. Cambia solamente il modo in cui richiedere il rimborso. Per ciò che riguarda il Telepass, basta inserire i riferimenti relativi al proprio dispositivo e confermare l’itinerario percorso. Per gli altri metodi di pagamento, invece, l’app richieste una fotografia della ricevuta di pagamento ritirata al casello di uscita.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Questa (discutibile) Intelligenza Artificiale trasforma chiunque in pornostar

Fino al 31 dicembre di quest’anno, con la fase di sperimentazione attiva, i rimborsi saranno accumulati nella sezione “borsellino” e gli accrediti veri e propri verranno erogati a partire da gennaio 2022. Sarà possibile avere il rimborso solo per tempi di percorrenza superiori agli standard di riferimento calcolati su velocità di 100 km/h per i veicoli leggeri e di 70 km/h per quelli pesanti. Si parla nello specifico di ritardi causati da cantieri per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia.