Cashback al bivio: brutta notizia per il bonus da 1500 euro

Un’altra brutta notizia per ciò che riguarda i 1500 euro extra previsti col Superbonus del Cashback. Ecco cos’è cambiato

cashback
Cashback, in arrivo un’altra stangata per il bonus da 1500 euro (screenshot)

Torniamo a parlare del Cashback, iniziativa lanciata dal governo Conte e che prevede un rimborso del 10% di tutte le spese effettuate tramite carta di credito o bancomat. Il suo futuro è sempre più in bilico, e l’attuale esecutivo sta valutando con attenzione la possibilità di modificare o fermare definitivamente l’intero progetto.

Questo piano si compone anche del Supercashback, con un bonus del valore di 1500 euro extra da attribuire ai primi 100.000 classificati, in una speciale graduatoria che si compone in base al numero di transazioni effettuate in 6 mesi. Le notizie non sono buone per tutti coloro che puntano a piazzarsi in classifica: c’è stato l’ennesimo stravolgimento che alza l’asticella.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Honor 50 Pro+, specifiche super per dar l’assalto ai top di gamma

Cashback, ecco cosa cambia col Superbonus da 1500 euro

cashback
Ecco la nuova soglia minima per entrare in graduatoria e ottenere i 1500 extra (Pixabay)

Stando ai dati emersi negli ultimi giorni, l’asticella per piazzarsi in graduatoria e ottenere i 1500 euro extra previsti dal Superbonus continua ad alzarsi. Ad aver rimesso tutto in discussione ci ha pensato soprattutto la parte bassa della classifica, con un numero di transazioni in continuo aumento. Ad oggi, la soglia per rientrare nei primi 100.000 classificati è infatti di 290 operazioni: fino a pochi giorni fa erano 220. Un’impennata registrata negli ultimi giorni e che rischia di subire un’ulteriore accelerazione fino al termine dell’iniziativa.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Game of Thrones, al via le riprese del primo spin-off: quando uscirà

Facendo un rapido calcolo, ad oggi si può parlare di una media necessaria di 4-5 acquisti giornalieri. Con la volata finale, però, è molto probabile che questo numero aumenterà ancora. Gli esperti parlano – in proiezione – di 10 operazioni necessarie per ottenere un posto tra i primi 100.000 in graduatoria.

Se inizialmente si passava di poco più di 400 acquisti totali per classificarsi, oggi si rischia facilmente di superare soglia 500. Non è da escludere un picco minimo di 700 nelle prossime settimane, vista la probabile accelerata degli ultimi giorni di maggio.