Bonus TV pronto al via: come funziona e quando fare richiesta

Ormai ci siamo. A breve sarà finalmente possibile effettua richiesta per il Bonus TV con rottamazione. Ecco tutto quello che c’è da sapere

bonus tv
Bonus TV, quando si parte con le richieste e cosa bisogna fare

Il prossimo autunno segnerà una tappa fondamentale per lo switch off del Digitale Terrestre allo standard DVB-T2. Si passa dal MPEG-2 al MPEG-4, con già milioni di cittadini che saranno costretti ad acquistare un TV o un decoder di ultima generazione per continuare a vedere i loro canali preferiti.

Il governo ha lanciato diverso tempo fa il cosiddetto Bonus TV, un incentivo volto a facilitare il passaggio ad un dispositivo più recente. Se prima si parlava di 50 euro con un limite ISEE imposto, con l’ultimo decreto si è deciso di allargare il bonus statale a tutti e fino a 100 euro con rottamazione. Ecco da quando sarà possibile effettuare richiesta e come funziona.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Italia sempre più nel mirino dei cyber criminali: quarta al mondo per attacchi informatici

Bonus TV, ecco tutto quello che c’è da sapere

Switch off digitale terrestre conseguenze
Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo statale (PixaBay)

Per le richieste del bonus TV, si potrà partire dal 23 agosto 2021. Ma come funziona il tutto? Partiamo dal presupposto che – come si evince dal nome – per poter usufruire dell’incentivo statale bisogna rottamare una vecchia televisione o un decoder acquistato prima del 22 dicembre 2018 (con la data di acquisto che dovrà essere autocertificata). Il consiglio è sempre quello di effettuare un test ai canali 100 e 200, può essere che il vostro dispositivo attuale sia già compatibile con DVB-T2 HEVC Main10.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> iOS 15 accontenta gli amanti delle foto: grossa novità in arrivo

In caso contrario, col suddetto bonus avrete diritto ad un incentivo massimo di 100 euro. Si tratta infatti di uno sconto del 20% sull’acquisto di un nuovo apparecchio televisivo. Altro punto importante: se si rottama un decoder, si ha diritto allo sconto su un nuovo decoder. Stesso discorso per le TV. Non è quindi possibile rottamare un tipo di dispositivo per ottenere lo sconto su un altro. 

Il MiSE ha stanziato in totale 225 milioni di euro di fondi, con il contributo che resterà valido fino al 31 dicembre 2022. Non è però da escludere che ci possa essere un esaurimento anticipato, proprio per via dei fondi limitati.