Apple Watch si controlla con un semplice soffio: l’ultimo brevetto è a dir poco geniale

Apple ha depositato una domanda di brevetto sull’Apple Watch mostrando un modo nuovo di interagire con lo smartwatch: anziché con le dita, con il soffio. 

Apple Watch brevetto soffio
Utilizzare Apple Watch con un semplice soffio? A quanto pare potrebbe essere possibile (Credit USPTO)

Se da un lato tutti i nuovi prodotti Apple di prossima uscita perseguiranno la strada delle piccole aggiunte e delle novità centellinate, dall’altro lato il gigante di Cupertino sembra stia comunque portandosi avanti per rivoluzionare i suoi più importanti dispositivi, implementando caratteristiche esclusive e innovative. Lo dimostrano d’altronde le indiscrezioni attorno all’iPhone pieghevole, ma anche alcuni brevetti aventi ad oggetto Apple Watch.

Uno di questi lo abbiamo già trattato nei giorni scorsi e afferiva al possibile esordio di un sensore per la misurazione del livello di idratazione di una persona; l’altro, invece, assume ancor più interesse in ragione delle sue peculiarità intrinseche. Come dimostra infatti una recente domanda di brevetto depositata da Apple presso le agenzie governative all’uopo previste, lo smartwatch della “mela” potrebbe addirittura essere controllato tramite dei veri e propri soffi. Si tratta di un modo alternativo – e a questo punto anche rivoluzionario – di interagire con Apple Watch che volendo potrebbe pure essere traslato anche sugli iPhone, stando a quanto affermato dalla stessa azienda.

LEGGI ANCHE >>> Le prime immagini delle custodie per iPhone 13 rivelano alcune novità sui nuovi smartphone

Un modo alternativo (e rivoluzionario) di utilizzare Apple Watch

Apple Watch brevetto soffio
Apple vuole andare oltre la mera interazione tramite gesture (AdobeStock)

Lo stravagante meccanismo escogitato da Apple è spiegato nello stesso incartamento presentato in queste ore dal sodalizio americano. Il punto cardine farebbe leva sull’impiego di particolari sensori che verrebbero utilizzati per rilevare il soffio di una persona. Apple ha pensato a diverse interazioni abbinate a questo speciale “comando”, come il rispondere a una telefonata, ma anche riattivare il dispositivo oppure qualche funzionalità software, come il Bluetooth e via discorrendo.

Alla base del brevetto si annida infatti una idea tutto sommato valida: offrire all’utente un modo in più per utilizzare Apple Watch e andando dunque oltre la mera interazione tramite gesture compiute con le mani. Si tratta di una idea che rivoluzionerà senz’altro l’esperienza d’uso dello smartwatch o degli iPhone, ma la cui affidabilità dovrà ovviamente essere vagliata sul campo. Apple precisa infatti che il dispositivo dovrà comunque essere portato a una distanza adeguata dalla bocca e, attraverso particolari rilevatori di movimento, si eviterà il rischio di imbattersi in “falsi positivi”.

LEGGI ANCHE >>> I “like” su Facebook non sono tutti uguali: ecco dove valgono di più

Non ci aspettiamo, ad ogni buon conto, novità dell’immediato, anche perché si tratta pur sempre di un brevetto. Ma il fatto che Apple stia pensando a soluzioni innovative e tecnologiche è senz’altro positivo per il futuro di Apple Watch e degli altri prodotti della “mela”.