Android 12 tra aggiunte e correzioni: l’ultimo aggiornamento risolve un fastidioso bug

Google corregge in fretta e furia un fastidioso bug che impediva il corretto funzionamento di una delle funzionalità più interessanti del nuovo Android 12.

Android 12 bug aggiornamento software
Google risolve un bug presente sulla versione beta di Android 12 (AdobeStock)

Android 12 si avvicina a grandi passi in vista di un debutto ufficiale che dovrebbe essere calendarizzato per ottobre, in stretta coincidenza con il lancio dell’attesissima gamma Pixel 6 e (forse) del primo Pixel Fold. Il nuovo sistema operativo mobile di Google metterà in mostra un’interfaccia utente completamente ridisegnata, ma anche interessanti funzionalità che coniugano estetica e personalizzazione.

In quest’ottica, una delle novità maggiormente apprezzate è il tema basato sullo sfondo, accorgimento che chiama peraltro all’appello meccanismi di intelligenza artificiale: sarà quest’ultima, infatti, a gestire automaticamente le tonalità dominanti dell’interfaccia, variando dinamicamente i riporti cromatici dei cosiddetti accenti (pulsanti, icone) in base alla colorazione dominante dello sfondo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Apple, un’indiscrezione rivela un aggiornamento rivoluzionario di FaceID

Google risolve un bug di Android 12 sugli smartphone Pixel

Android 12 bug aggiornamento software
Google si appresta a compiere gli ultimi ritocchi in vista dell’esordio ufficiale di Android 12 (AdobeStock)

Peccato però che un piccolo bug della versione beta di Android 12 impediva il suo corretto funzionamento sugli smartphone Pixel in presenza degli sfondi animati. Una stortura più volte segnalata dagli utenti iscritti al programma di test e rimossa in fretta e furia da Big G grazie al rilascio di uno specifico aggiornamento software dell’app “Sfondo Animato” presente sul Play Store di Android.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> App Store pronto al grande passo: Apple ha annunciato una novità attesissima

Un fattore che conferma come Android 12 sia ancora un cantiere aperto: l’ultima beta 4.1 ha comunque risolto molti problemi nell’ottica di un utilizzo più stabile e siamo certi che le residue magagne presenti all’interno del software verranno cestinate in coincidenza con il rilascio ufficiale. Google insomma non vuol farsi preparata all’uscita di Android 12 e del nuovo corso targato “Material You“, mentre nel frattempo sono già diversi i produttori pronti ad aggiornare i propri smartphone top di gamma non appena il nuovo sistema operativo diventerà ufficiale: a Samsung si è infatti aggiunta anche Oppo.