Amazon non dovrà pagare 250 milioni di tasse al governo

Amazon non dovrà pagare le tasse, vittoria schiacciante per la compagnia creata da Jeff Bezos che ancora una volta riesce a salvare un bel po’ di denaro.

Amazon
Amazon e le tasse evase (screenshot)

Amazon è ancora una volta al centro di tantissime discussioni per quanto riguarda il pagamento delle tasse. Infatti la compagnia americana è riuscita, per l’ennesima volta, a dribblare completamente il giogo dei pagamenti da dover fare nel Paese in cui opera, riuscendo in questo modo a risparmiare una somma titanica, che potrebbe fare la differenza dato la nazione in particolare di cui parliamo, che non è enorme o incredibilmente potente. Parliamo infatti del Lussembrugo, che era coinvolto in un braccio di ferro con il titano dello shopping online da diverse settimane per quanto concerne il pagamento delle tasse.

LEGGI ANCHE >>> YouTube Shorts sfida TikTok: milioni di dollari ai content creator

Amazon non pagherà 250 milioni di euro di tasse

Amazon home
Amazon home (screenshot)

Il problema è nato quando la Commissione Europea ha dovuto riflettere sui 250 milioni di euro che il colosso  fondato da Jeff Bezos non avrebbe pagato di tasse. La situazione è molto tesa e come al solito in tanti prendono le parti dei governi. Infatti sono veramente tantissimi coloro che vorrebbero che Amazon inizia a pagare le tasse come qualsiasi altro negozio o attività. Ebbene i 250 milioni di euro che il Lussembrugo si aspettava di poter ricevere non partiranno mai dalle casse della multinazionale americana.

LEGGI ANCHE >>> Smartphone Qualcomm, grave falla per la privacy: utenti in pericolo

Il motivo è stato ben definito da un comunicato ufficiale della Commissione di giustizia della Corte Europea. Il punto, si legge, è che nessuno sia stato in grado di produrre prove “in modo giuridicamente adeguato che vi sia stata un’indebita riduzione dell’onere fiscale di una filiale europea del gruppo Amazon”