YouTube Shorts sfida TikTok: milioni di dollari ai content creator

È ufficialmente iniziata la sfida tra YouTube Shorts e TikTok. Il servizio di Google promette milioni di dollari ai content creator più famosi

youtube shorts
Con YouTube Shorts, ci sono milioni di dollari per i content creator (Adobe Stock)

La prossima frontiera dell’intrattenimento via social potrebbe essere YouTube Shorts, la nuova funzione lanciata da Google che ricorda molto TikTok. Si tratta dunque di un calderone di video della durata di pochi secondi, indicizzati in base agli interessi degli utenti e che scorrono velocemente con uno swipe up. Una sorta di “mordi e fuggi” che tanto piace al popolo del web di oggi, sempre più attirato dai contenuti fast.

Sfidare e soverchiare un colosso come TikTok non è ovviamente cosa semplice, anzi. Una delle mosse che potrebbe rivelarsi più efficace è quella di portare a sé i content creator più famosi ed amati dal grande pubblico. Come? Ovviamente con tanti, tantissimi soldi. Ed è proprio a questo che pare stiano pensando dalle parti di Mountain View.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Huawei tra tablet e smartwatch: ecco i prodotti in arrivo a giugno

YouTube Shorts, fino a 100 milioni di dollari per i content creator

youtube loop
L’ultima mossa pensata da Google per soverchiare TikTok (Adobe Stock)

100 milioni di dollari da destinare ai content creator, per convincerli ad abbandonare definitivamente TikTok e passare su YouTube Shorts: è questa la mossa alla quale starebbe pensando Google per far esplodere il proprio servizio. Una strategia chiara, volta ad attirare sempre più utenti vogliosi di seguire il proprio idolo ovunque. Ancora non è chiaro quanto effettivamente possa guadagnare un creatore di contenuti. Stando a quanto riferisce YouTube, il tutto avverrà su base mensile.

FORSE TI INTERESSARTI ANCHE >>> Gli Uffizi contro blogger ed influencer? Interviene l’ufficio stampa

Sono addirittura in migliaia gli utenti che potenzialmente potrebbero ricevere stipendi mensili, e chiunque pubblichi un contenuto sulla piattaforma è idoneo a ottenere denaro. Devono chiaramente essere brevi video originali, e non ricaricati da TikTok. Per iniziare, l’esperimento avrà luogo in India e negli Stati Uniti. L’idea è quella di espandere la disponibilità a più regioni, fino ad arrivare ad un pagamento regolare e per tutti. Il fondo da 100 milioni di dollari dovrebbe coprire il periodo che va da oggi al termine del 2022.