Amazon ultima frontiera: il proprio kit di test Covid-19

Amazon non a caso è la più grande Internet company al mondo. In tempo di emergenza sanitaria, l’azienda di commercio elettronico statunitense, fondata con il nome di cadabra.com da Jeff Bezos il 5 luglio 1994 e lanciata nel 1995, sta vendendo il proprio kit di test COVID-19 direttamente ai clienti.

Amazon puta decisa sul settore sanitario (Adobe Stock)
Amazon puta decisa sul settore sanitario (Adobe Stock)

I risultati del test verranno visualizzati su un sito web di diagnostica Amazon originariamente progettato per essere utilizzato dai dipendenti Amazon. La disponibilità pubblica del test è stata riportata per la prima volta da Stat News.

Amazon, il piano: investire (pesantemente) nel settore sanitario

Amazon, di cosa costa il kit per il test Covid-19 (Adobe Stock)
Amazon, di cosa costa il kit per il test Covid-19 (Adobe Stock)

Il test è in vendita a 39,99 dollari e prevede la spedizione di un giorno tramite Prime, ma soltanto per alcune aree degli Stati Uniti. Per utilizzare il test, un paziente si tampona il naso a casa e lo inserisce in una scatola con un’etichetta di spedizione prepagata. I tamponi vengono quindi inviati a un laboratorio centralizzato. Amazon ha ottenuto l’approvazione della Food and Drug Administration sul suo kit di test Covid-19 a marzo. All’epoca, prevedeva di utilizzare il test per il suo programma di test dei dipendenti in loco.

LEGGI ANCHE >>> Telegram, scacco matto a WhatsApp: la nuova funzione è comodissima!

I test medici a domicilio vanno molto di moda in questo periodo negli Stati Uniti. Su questa scia, le aziende private si sono affrettate a cavalcare l’onda, in moda tale da vendere test Covid-19 così che le persone possano eseguire in tutta tranquillità, evitando di fatto la lunga trafila medica. Gli esperti ipotizzano una ulteriore crescita dei test Covid-19 a domicilio, superiori a quelli antinfluenzali già esistenti.

LEGGI ANCHE >>> Apple TV+, cambia tutto: i dettagli sul nuovo periodo di prova gratuito

Amazon offre anche un kit di test COVID-19 realizzato dalla società di genomica DxTerity e un kit di test rapido di 10 minuti, realizzato da Quidel: entrambi sono venduti, rispettivamente, a 99 e 4,95 dollari. Il kit di test Covid-19 interno è l’ultima frontiera dell’espansione di Amazon nel campo del settore sanitario. Il colosso di Seattle, infatti, ha iniziato a offrire il suo programma di telemedicina e assistenza sanitaria a domicilio ad altri datori di lavoro, fin da marzo. Offre anche prescrizioni semestrali per farmaci comuni a partire da 6 dollari attraverso il suo programma Amazon Pharmacy.

E’ stata lanciata lo scorso 2020 e definita “probabilmente la più ampia spinta di Amazon nel settore sanitario fino ad oggi“. L’attività di Amazon Pharmacy, naturalmente, si basa sulle vendite online. Agli abbonati Amazon Prime si offre la consegna a domicilio gratuita in due giorni dalla prescrizione, richiede ai clienti di stabilire un profilo di farmacia sicuro per gestire le informazioni mediche e assicurative.

Attualmente l’attività di Amazon Pharmacy è limitatta agli Sti Uniti, era limitata agli Stati Uniti, ma l’intenzione è quella di offrire una linea di assistenza composta da farmacisti e un programma di sconti per i clienti non assicurati. Con questa idea di un proprio kit di test Covid-19 il processo potrebbe essere velocizzato.