Telegram, scacco matto a WhatsApp: la nuova funzione è comodissima!

La versione beta numero 7.8 di Telegram aggiunge una comodissima funzionalità che troverà senz’altro i pareri positivi degli utenti.

Telegram novità
Due novità impreziosiscono la versione beta di Telegram (AdobeStock)

Sin dal suo esordio ufficiale nella scena mobile, Telegram si è sempre distinta per funzionalità assolutamente inedite e diversificate rispetto alla più diffusa WhatsApp. Un approccio virtuoso che ha portato l’app di messaggistica istantanea a conquistare i consensi dei consumatori più esigenti, a maggior ragione dopo la controversa questione legata all’aggiornamento della policy della piattaforma controllata da Facebook. Le ultime novità inaugurate dai fratelli Durov potrebbero tuttavia dar una spallata decisiva a WhatsApp.

Come si evince dal ricco changelog della versione beta 7.8 di Telegram, gli sviluppatori hanno infatti messo a punto una comoda funzione che permetterà agli utenti di personalizzare – migliorando soprattutto il ventaglio tipologico di aggiunte le videochiamate. Grazie alle nuove implementazioni, si potrà condividere il proprio schermo con le altre persone impegnate nella chat vocale di gruppo, oppure ancora avviare una trasmissione video. Due caratteristiche, quest’ultime, effettivamente assai utili nell’ottica di un utilizzo professionale di Telegram: pensiamo ad esempio ad una riunione tra colleghi di lavoro, dove uno dei partecipanti ha la necessità di dover mostrare agli altri una determinata comunicazione ricevuta a mezzo mail.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Android Auto, fastidiosissimo bug con smartphone Samsung: i dettagli

Come utilizzare le due novità della beta di Telegram

Telegram condivisione schermo
Condizione necessaria per sbloccare le funzioni di Telegram è rinominare la chat vocale di gruppo (AdobeStock)

Ma come funzionano le due richiamate aggiunte? Tanto per cominciare, si dovrà aver installato sullo smartphone la versione beta di Telegram, giacché trattasi ancora di novità in fase di affinamento e perciò non totalmente “mature” per essere a disposizione della variante tradizionale dell’app di messaggistica. Quantomeno in questa prima fase. In seconda battuta, bisognerà ricorrere ad uno stratagemma al fine di poter sfruttare le nuove funzioni: il nome della chat vocale dovrà contenere la stringa #vid. Non sappiamo se tale accorgimento verrà replicato anche sulla versione stabile di Telegram, ma il sentore è che la risposta sia destinata ad essere positiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Volantino MediaWorld: Galaxy Tab S7 in offerta a un prezzo imperdibile

Per il resto, nessun ulteriore arzigogolato meccanismo sarà richiesto agli utenti. Una volta rinominata la chat vocale nel modo in cui s’è appena detto, l’app di messaggistica sbloccherà automaticamente un tasto con “tre puntini” collocato in alto a destra dell’interfaccia: sarà sufficiente cliccare su quest’ultimo e selezionare una delle due modalità preferite, vale a dire la condivisione dello schermo o la videochiamata di gruppo. L’unica accortezza, semmai, è che tutti i partecipanti alla chat di gruppo abbiano installato sul proprio smartphone l’ultima versione beta di Telegram, altrimenti non riusciranno a vedere gli altri partecipanti e né, tantomeno, lo schermo condiviso.

L’auspicio, a questo punto, è che la novità di cui si è appena fatto accenno possa sbarcare quanto prima in una versione stabile e generalizzata.