5G e innovazione spinta dei laboratori di Ericsson in Italia

Ricerca avanzata su reti 5G, robot e realtà virtuale negli Innovation Garage di Ericsson in Italia. Alla scoperta dei centri d’eccellenza di Genova, Pisa e Pagani.

Logo 5G ricerca Ericsson Italia
Logo 5g (image from wikimedia commons)

Si chiamano Innovation Garage e sono i tre laboratori italiani di ricerca avanzata di Ericsson, incentrati sullo sviluppo tecnologico a beneficio delle comunità locali, ma non solo. Si trovano a Genova, Pisa e Pagani, in provincia di Salerno. Secondo il branch italiano della multinazionale svedese, questi laboratori servono a connettere le risorse dell’azienda con quelle “dell’ecosistema in cui opera”, come detto dal direttore di ricerca e sviluppo Alessandro Pane.

A Genova si lavora alle potenzialità delle reti 5G e alle possibili applicazioni in ambito realtà virtuale. Il progetto 5G VR CoDrive sfrutta infatti una videocamera a 360 gradi che permette a un passeggero di unirsi da remoto a un viaggio in macchina e avere un’esperienza “realmente immersiva”, spiega ancora Pane. Le prestazioni della rete 5g permettono una connessione super affidabile e senza soluzioni di continuità. Si intravedono future applicazioni nel campo dei viaggi, degli eventi e dei meeting virtuali, sia in ambito lavorativo che in quello privato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp e truffe, la particolare richiesta che trae in inganno

5G e non solo: cosa studiano gli Innovation Garage di Ericsson Italia

Ericsson Italia
Ericsson Italia (Foto da Ericsson.com)

Ericsson lavora anche al controllo da remoto del primo robot umanoide dell’Istituto Italiano di Tecnologia, anch’esso situato a Genova. Il robot R1 sfrutta sempre le reti 5G per raccogliere ed elaborare informazioni, al fine di interagire con persone e oggetti anche in ambienti chiusi molto complessi. Lo sviluppo di questa e altre abilità potrebbe consentire l’utilizzo di R1 in ambito sanitario per l’assistenza ai malati o nei musei come guida per i visitatori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> 5G e complottisti, ecco una nuova teoria molto particolare

L’Innovation Garage di Ericsson a Pisa si trova all’interno della Scuola Superiore Sant’Anna e si occupa di ricerca su tecnologie ottiche per le infrastrutture di rete e soluzioni innovative per la comunicazione, basate sulla fotonica integrata. La collaborazione va avanti dal 2015 e promette di rivoluzionare le piattaforme della comunicazione mobile, ottimizzandone la velocità e la capacità di reggere carichi sempre più alti di dati.

Nuove strutture e tecnologie per una comunicazione iper-efficiente sono oggetto di studio anche nel laboratorio di Pagani, dove circa 260 ricercatori lavorano ai software per centrali telefoniche, soluzioni automatizzate, sicurezza delle reti e del 5G. In fase di sviluppo un progetto di conservazione dei dati sanitari la cui sicurezza e privacy sono garantite dal sistema crittografato delle blockchain. I dati dei pazienti possono essere monitorati e organizzati in forma anonima e da remoto, con l’ausilio di smart-devices indossabili. Il progetto è in ottemperanza del General Protection Data Regulation del 2019 e vede la collaborazione con RiAtlas, una startup dell’Università di Salerno che si occupa di salute digitale e monitoraggio da remoto dei pazienti.

Impostazioni privacy