YouTube annuncia diretta video a 360 gradi ed anche l'audio spaziale

YouTube è quasi pronta per consentire il primo test 'live'. Per questo fine settimana sulla popolare piattaforma di video sharing è programmato lo streaming in diretta di video a 360 gradi.

 A marzo del 2015 YouTube ha ufficialmente lanciato il supporto dei video a 360 gradi  ed ora la popolare piattaforma di video sharing annuncia  per questo fine settimana il supporto per le dirette streaming a 360° e l’audio spaziale.

Per Youtube si tratta del primo test per le dirette streaming a 360 gradi e sarà effettuato proprio  nei giorni in cui, tra il 23 e 24 aprile si terrà il festival musicale di Coachella, in California, festival della durata di 2 o 3 giorni e che si svolge ogni anno alla fine di aprile. Youtube quindi  garantirà la diretta streaming a 360 gradi delle esibizioni degli artisti selezionati per la kermesse.

Solo per i video on demand, YouTube ha anche lanciato l’audio spaziale, allo scopo di offrire un’esperienza di realtà aumentata che la società americana descrive “fantastica”.

Per poter essere pronta in tempo, YouTube ha lavorato in collaborazione con VideoStitch Two Big Ears, che si occupano di software compatibili rispettivamente con le dirette streaming a 360 gradi e l’audio spaziale.

Dopo questo test tecnico YouTube dovrebbe aprire le dirette streaming a 360 gradi a tutti gli utenti di YouTube, sebbene attualmente non ci siano in commercio molte telecamere in grado di registrare video a 360 gradi; infatti, per trasmettere un video in definizione minima di HD 720p, da parte dell’utente sarebbe necessaria una connessione dati con un upload elevato.

La maggior parte delle telecamere presenti sul mercato sono in grado di produrre video a 360 gradi registrando immagini da diversi obiettivi contemporaneamente e, a parte la telecamera GoPro Odyssey, sviluppata dal programma Jump di Google, che elabora da sè le informazioni in loco, con tutte altre telecamere occorre unire le immagini riprese solo in fase di post-produzione per formare un unico filmato. 

In realtà per fare una diretta streaming di un video a 360 gradi basterebbe una piattaforma come ad esempio Youtube, in grado di ricevere ed elaborare in real time le informazioni non elaborate ricevute dalla telecamera per trasformarle in un video per lo streaming. Infatti, se i produttori di telecamere si accordassero su specifiche comuni, Youtube non dovrebbe gestire i diversi standard dei produttori.

Youtube sta investendo molto negli ultimi tempi sui video a 360 gradi. La società ha iniziato a supportare il formato interattivo a marzo di quest’anno, cioè sei mesi prima che Facebook aggiungesse il supporto dei video a 360 gradi nel social network.

Attualmente chi ha un paio di Google Cardboard puo’ vedere i video a 360 gradi di Youtube come se si trovasse all’interno del video stesso ed anche altre aziende stanno seguendoil suo esempio nel supportare la tecnologia; Samsung, ad esempio, ha presentato il suo casco Gear VR ed al Mobile World Congress 2017 dovrebbe presentare Gear 360, la macchina fotografica che registra a 360 gradi, senza dimenticare Oculus, che ha gia’ aperto i preordini per il suo casco Oculus Rift.