Xiaomi sorprende tutti con MIUI 12.5 Enhanced Edition: oltre 350 problemi risolti

Una novità inaspettata sul palco dell’evento Xiaomi: annunciata MIUI 12.5 Enhanced, l’ottimizzazione completa dell’UI con quattro funzionalità fondamentali tutte da scoprire

Xiaomi MIUI 12.5 Enhanced Edition
I quattro aspetti chiave dell’aggiornamento MIUI 12.5 Enhanced Edition (Xiaomi)

L’evento Xiaomi ha sorpreso tutti con l’annuncio, invece dell’attesissima MIUI 13, di una novità inaspettata: la MIUI 12.5 Enchanced Edition. Gli sviluppatori del team di Xiaomi si sono dedicati al miglioramento dell’UI già esistente, molti probabilmente anche a causa delle critiche ricevute dagli utenti in seguito all’aggiornamento che ha causato non pochi problemi su molto dispositivi.

La versione ottimizzata di MIUI 12.5 sarebbe, dunque, una risposta positiva al feedback ricevuto dall’userbase: l’Enhanced Edition presenta una quantità significativa di miglioramenti e risoluzioni di problemi, più precisamente 160 relativi al sistema operativo e 224 che riguardavano invece le app.

LEGGI ANCHE >>> FlyTrap, un malware mai visto prima attacca Android: disinstallate immediatamente queste app

MIUI 12.5 Enhanced Edition, l’ottimizzazione arriva con quattro funzionalità fondamentali

MIUI 12.5 Enhanced
(Xiaomi)

Il primo aspetto che Xiaomi ha curato è Liquid Storage: ad ogni installazione delle app vengono generate foto e video e una grande quantità di dati si sposta nella memoria del cellulare, creando una frammentazione che, a lungo andare, rallenta il dispositivo. Con MIUI 12.5 Enchanced, verrà implementato un monitoraggio con deframmentazione fino al 60%, per una riduzione della performance del solo 5% dopo 3 anni di uso. Il secondo è invece Atomic Memory, una feature che ottimizza la gestione della memoria RAM dello smartphone durante l’esecuzione delle app, che ora funzionerà con una dinamica più fluida attribuendo una priorità più alta alle applicazioni in esecuzione: la capacità di mantenere delle app in background è migliorata del 64%.

Il terzo aspetto è Focus Calculation, che riguarda invece la CPU: grazie all’analisi di 51 scene preimpostate, Xiaomi ha migliorato l’elaborazione delle app in primo piano per eliminare quelle superflue in background, per una riduzione dei consumi energetici dell’8%. La feature finale è Intelligent Balance, che aggiunge a questo 8% un’ulteriore calo dei consumi contribuendo all’uso equilibrio dell’hardware.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13, il 44% degli utenti Apple è intenzionato all’acquisto: i dati sull’interesse prima del lancio

Arriviamo infine agli smartphone compatibili,: l’inizio del rollout in Cina è previsto per il 13 agosto e questi saranno i primi dispostivi a riceverla:

  • Xiaomi Mi 11, Mi 11 Pro, Mi 11 Ultra, Mi 10, Mi 10 Pro, Mi 10 Ultra, Mi 10S
  • Xiaomi Mi MIX 4
  • Redmi K40, K40 Pro, K30 Pro, K30S