Xiaomi, ritorno al futuro: una nuova vita per il Redmi Note 8

Tutte le strade portano a un nuovo Redmi Note 8. Sarebbe questa la nuova idea di Xiaomi, un ritorno al futuro: prendere lo smartphone Dual SIM con software Android 11 del 2019. E aggiornarlo, per renderlo ancora più appetibile, nonché acquistabile.

Xiaomi (Adobe Stock)
Xiaomi (Adobe Stock)

Alla FCC, infatti, è apparso uno smartphone Xiaomi con il numero di modello M1908C3JGG. Con un post su twitter, il Leaker Kacper Skrzypek ha rivelato che il nuovo Redmi Note 8 sarebbe stato “confermato da una delle pagine Xiaomi. Fonte probabilmente attendibile, ma nessuna ufficialità da parte della multinazionale fondata in Cina nel 2010 da Lei Junm (con sede a Pechino), il quarto produttore mondiale dopo Samsung, Apple, Samsung e Huawei.

Xiaomi, un Redmi Note 8 per mercati selezionati

Redmi, brand indipendente di Xiaomi (Adobe Stock)
Redmi, brand indipendente di Xiaomi (Adobe Stock)

Secondo la documentazione FCC, il Redmi Note 8 2021 sarà dotato di un chipset MediaTek Helio G85, una batteria da 4.000 mAh e MIUI 12.5, che dovrebbe essere basato su Android 11. Sempre secondo rumors, il dispositivo sarebbe previsto per mercati selezionati, incluso UE e Russia.

LEGGI ANCHE >>> Instagram, adesso cambia tutto: rivoluzione in vista per gli utenti desktop

Le indiscrezioni sembrano confermate. Sempre su twitter, il cinguettio del tipster XiaomiUI ha rivelato ancora più dettagli, postando che il dispositivo presenterà il supporto per la ricarica rapida da 22,5 W, una configurazione a quattro telecamere con un sensore principale da 48 MP, un display waterdrop e fino a 128 GB di spazio di archiviazione. Il dispositivo avrebbe il nome in codice “Biloba”.

LEGGI ANCHE >>> Finale di Coppa Italia coi tifosi grazie all’app Mitiga: ecco come funziona

La serie Redmi Note 8 offriva un display con risoluzione Full HD +, uno scanner di impronte digitali posteriore, un jack per cuffie da 3,5 mm e uno slot per schede microSD dedicato all’archiviazione espandibile.

La serie Note 8 era un’opzione conveniente e offriva agli acquirenti un ottimo rapporto qualità-prezzo. Per questo Xiaomi non vuole trasformare radicalmente lo smartphone del 2019, ma sviluppare specifiche più moderne con il fine di riaccendere l’interesse per quella che era una formula abbastanza apprezzata.