Finale di Coppa Italia coi tifosi grazie all’app Mitiga: ecco come funziona

Un primo passo verso il ritorno alla normalità. La finale di Coppa Italia ospiterà 4.300 tifosi allo stadio grazie all’app Mitiga

finale coppa italia
Finale di Coppa Italia, ecco come funzionerà l’app Mitiga (Getty Images)

Martedì 19 maggio andrà in scena la finale di Coppa Italia al Mapei Stadium. Un’occasione ghiotta per entrambe le squadre, con la Juventus di Andrea Pirlo chiamata a risollevare le sorti di una stagione disastrosa e l’Atalanta di Gian Piero Gasperini che vuole finalmente portarsi a casa un trofeo.

Il match sarà anche l’occasione per testare un ritorno alla normalità, coi tifosi che potranno finalmente tornare sugli spalti per supportare la propria squadra del cuore. Il 20% della capienza totale – all’incirca 4.300 posti – sarà occupato dal pubblico, con tutte le misure e i protocolli di sicurezza del caso. Al momento dell’ingresso, sarà obbligatorio utilizzare l’app Mitiga. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Atleti più pagati nel 2020, due calciatori sul podio

Finale di Coppa Italia, come funziona l’app Mitiga

finale coppa italia
Si parte dal Mapei Stadium, con il software che verrà utilizzato anche quest’estate per Euro 2020 (Getty Images)

Grazie all’app Mitiga, i tifosi potranno tornare allo stadio. E lo faranno in occasione della finale di Coppa Italia in programma martedì prossimo al Mapei Stadium, con Juventus e Atalanta a contendersi l’ambito trofeo. Il software è stato sviluppato dall’omonima startup, nata a Roma e che è stata incaricata dalla FIGC di creare un’applicazione in vista di Euro 2020. Il servizio fungerà da “lasciapassare”, con un codice QR da mostrare all’ingresso. In questo modo, sarà possibile dimostrare di aver completato il percorso vaccinale, effettuato un tampone negativo o essere guarito dal Covid negli ultimi sei mesi.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Whatsapp, il 15 maggio è arrivato. Ecco cosa succede da adesso

Il biglietto per entrare all’interno dello stadio verrà poi caricato direttamente sull’app, ma solo se viene mostrato il colore verde al momento della scansione del codice QR. Ma cosa bisogna fare per caricare i dati richiesti? Ci sono dei centri autorizzati, con un elenco che è già disponibile sul sito web ufficiale della startup.

La partita in programma martedì sera sarà una prima occasione utile per testare il sistema, che avrà molte altre funzionalità. L’idea è di sfruttarla anche per accedere ad altri eventi (es. concerti) e per le partite che l’Italia giocherà quest’estate allo Stadio Olimpico di Roma per Euro 2020.