Xiaomi 12, un’infinità di prime volte per un telefono unico

A decantare Xiaomi e i suoi prodotti, si rischia di diventare monotoni. Ma tant’è, l’azienda cinese ha veramente preso e mantenuto un posto nell’Olimpo dei produttori di smartphone, e lo ha fatto a pieno diritto.

Xiaomi (Adobe Stock)
Xiaomi (Adobe Stock)

E come nella miglior tradizione del mercato della telefonia mobile, dove all’uscita di uno smartphone segue immediatamente una lunga serie di rumors sul successivo, che sia stato prodotto o meno, ecco che arrivano già i rumors riguardanti lo Xiaomi 12 (da precisare che la serie 11 non è sul mercato da più di 6 mesi), già definito la nuova flagship della casa cinese.

A far parlare di sé, questo nuovo telefono è bravissimo, o meglio lo sono gli sviluppatori, che lo hanno dotato di un processore Qualcomm Snapdragon 898, MIUI 13 e tripla lente con sensore principale da 50 Mpx.

Xiaomi 12… e se arrivasse entro la fine dell’anno?

Chip Qualcomm (Adobe Stock)
Chip Qualcomm (Adobe Stock)

La notizia tuttavia non è il processore, per quanto sia sicuramente un dato da non sottovalutare e da tenere in altissima considerazione. La vera news, o meglio il vero rumor, è che c’è una possibilità che lo Xiaomi 12 arrivi in Italia già a partire dalla fine del 2021.

LEGGI ANCHE >>> iPad Mini 6, spuntano i primi problemi: si rincorrono le lamentele sul display “jelly scrolling” – VIDEO

Se così fosse, Xiaomi si confermerebbe una delle aziende produttrici di smartphone tra le più prolifiche del mercato, e anche tra le più qualitative, dal momento che i telefonini Xiaomi offrono prestazioni eccellenti e una resistenza senza pari.

LEGGI ANCHE >>> I televisori tracciano gli utenti: l’Hbb TV viola il GDPR secondo una ricerca

Ma parlavamo del processore: l’inserimento dello Snapdragon 898 lo renderà il primo telefonino al mondo a montare un SoC di questo genere. Non era infatti mai successo prima che uno smartphone montasse un processore di tale potenza e qualità, e soprattutto così innovativo.

E c’è poi da considerare la questione display: ad “aiutare” Xiaomi 12 a essere il vero top di gamma della sua azienda produttrice è arrivata la Samsung, che ha fornito il display AMOLED LTPO-display E5, che vanta una risoluzione di 2K e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz.

Per quanto riguarda poi il comparto fotografico, tripla la fotocamera posteriore con risoluzione, per tutti e tre gli “occhi”, di 50 mega pixel. E’ ancora Samsung a fornire il modulo principale con ISOCELL GN5, integrato dall’ultra-wide Sony IMX766, e da uno zoom ottico 5x.

La batteria per lo Xiaomi 12 sarà da 5000 mAh mentre la potenza di ricarica cablata sarà pari a 120 watt. Questo nuovo e innovativo smartphone offre anche una protezione dall’acqua di tipo IP68, una skin MIUI 13 con Android 12 come sistema operativo e anche un supporto per ricarica senza cavo da 50W.