WindTre 5G, migliora il tasso di copertura nazionale: i dettagli

WindTre amplia la diffusione in Italia della connettività 5G: il nuovo standard delle reti mobile arriva a toccare quota 91,2%.

WindTre 5G
WindTre incrementa le zone coperte dal 5G (AdobeStock)

WindTre accelera con la diffusione del 5G. Un chiodo fisso, quello dell’operatore unico, che in queste ultime ore ha ritoccato verso l’alto il tasso di copertura nazionale al nuovo standard di connettività mobile. Stando ai primi numeri snocciolati dal gestore, la disponibilità delle reti veloci si attesta al 91,2%, arrivando ad abbracciare – fattore egualmente importante – tutte le regioni italiane. Un dato precedente può dar contezza dei miglioramenti approntati da WindTre: la percentuale di copertura del segnale 5G si aggirava a marzo all’86,4%.

Il percorso di espansione delle nuove tecnologie di connettività cellulare continua dunque a ritmo serrato, a testimonianza della necessità di invertire una tendenza finora poco produttiva, specie se confrontata agli altri paesi del mondo. La recente analisi divulgata da OpenSignal è senz’altro impietosa nelle sue conclusioni, con l’Italia tagliata fuori dalla graduatoria dei dieci migliori territori abilitati al 5G, sia sotto il fronte della velocità raggiunta che, soprattutto, in quella della copertura. Urge dunque un sostanziale cambio di passo, arrivando a quell’auspicata velocità di crociera che permetterà all’Italia di sperimentare – stavolta in chiave generalizzata – tutti i benefici portati in dote dal nuovo standard tecnologico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Samsung punta sul riciclo: ecco Galaxy Upcycling at Home

Nuovi smartphone supportati

WindTre 5G
WindTre aggiorna la lista di smartphone compatibili con la rete 5G dell’operatore unico (Screenshot Facebook)

Tornando a WindTre, vale la pena soffermarci su alcuni dettagli aventi ad oggetto la rete 5G, accesa per la prima volta dall’operatore unico in occasione della data – a questo punto storica – del 15 novembre 2020. Stando a quanto riportato da Mondomobileweb, l’infrastruttura del gestore poggia attualmente sullo standard “DSS” (ossia l’acronimo di Dynamic Spectrum Sharing). Senza entrar troppo nei tecnicismi, si può dire che tale tecnologia ha il pregio di divulgare il 5G sfruttando le frequenze utilizzate per il più tradizionale 4G ed evitando perciò il passaggio da una tecnologia all’altra. La massima velocità raggiunta nelle zone coperte dalle reti veloci si attesta sui 1,6 Gpbs in download e 150 Mbps in upload.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Facebook, come trasferire post, foto e video al cloud storage

Contestualmente all’aggiornamento dei dati della copertura, WindTre ha altresì allungato la lista degli smartphone compatibili: oltre ai nuovi iPhone e agli ultimi Galaxy, spiccano anche alcuni dispositivi di Xiaomi (sia top di gamma che medio-gamma) e di Oppo (tra cui la neonata serie X3). Al seguente indirizzo è possibile prendere visione delle zone coperte e degli smartphone supportati.