WhatsApp, attenzione alla privacy: come difendersi

Problemi con la privacy su WhatsApp. Molti utenti lamentano violazioni collegate all’immagine profilo, ecco come difendersi 

Purtroppo WhatsApp è scena di un recente problema che sta attanagliando molti utenti. Attualmente la piattaforma vanta i 2 miliardi di utilizzatori in tutto il mondo, ma qualcosa di negativo ha bussato alla porta dell’app di messaggistica istantanea. La cosa che accumuna chiunque, l’immagine profilo, è stata presa di mira da attacchi che minano la privacy delle persone.

È un dato di fatto, di comune conoscenza, che molti profili di Wa siano dei veri e propri falsi (fake). Sono account mirati a creare scompiglio, disturbare o in alcuni casi truffare gli utenti che abitudinariamente utilizzano l’app di messaggistica per conversare con i propri gruppi o cari.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> WhatsApp, novità dedicata allo shopping: arriva il pulsante acquisti

WhatsApp, come difendere la propria privacy dagli account fake

WhatsApp
WhatsApp privacy immagine profilo (pixabay)

Più volte è successo che, in precedenza, utenti hanno lamentato diversi furti d’identità ma anche conversazioni di dubbia provenienza e scopo. Ora il problema si ripresenta riguardo a quello che tutti i giorni si nota a prima vista in una chat: l’immagine profilo. A causa dell’errata gestione derivante dall’app stessa, è possibile accedere con facilità alla foto principale di chiunque.

Difatti, non servono permessi per poter cliccare sull’immagine profilo di una chat e aprirla in questo modo a tutto schermo. Quale metodo più facile per impadronirsi di un’identità virtuale? Una volta visualizzata la foto a tutto schermo, basta fare uno screenshot ed il gioco è fatto. Ecco che un profilo falso si impadronisce di un’identità altrui.

Esiste tuttavia uno stratagemma per poter correre ai ripari e garantire la propria privacy. Entrando nelle impostazioni di WA è possibile selezionare una funzione che condivide l’immagine del profilo solo con i contatti previsti in rubrica. In questo modo, quanto meno, la foto può essere vista solo dai numeri che si hanno registrati nel proprio comparto di “conoscenti”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Whatsapp, chat per salvare le persone: nasce “Volontari dell’Ossigeno”;