WhatsApp lavora alle reazioni per i messaggi: ecco come funzioneranno

Una nuova fantastica novità quella che si appresta ad arrivare su WhatsApp. Ecco come funzioneranno le reazioni

whatsapp
Ecco come dovrebbero funzionare le reazioni ai messaggi di WhatsApp (Adobe Stock)

Il lavoro da parte degli sviluppatori di WhatsApp non finisce mai. L’idea è quella di rendere il servizio sempre più congeniale alle richieste e ai bisogni degli utenti. Come? Tramite aggiornamenti che vanno ad interessare tanto l’interfaccia quanto le funzionalità specifiche. Ed è proprio in questo senso che, anche questa volta, ci sono novità da tenere d’occhio.

Una di queste riguarda le reazioni ai messaggi, delle quali già vi avevamo parlato nelle scorse settimane. I test sono ancora in corso, e a breve potrebbe avvenire il tanto atteso rollout a livello globale. Ecco come dovrebbero funzionare, secondo quanto rivelato dagli esperti di WABetaInfo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple si distingue anche nel Black Friday: carte e promo da urlo

WhatsApp, come funzioneranno le reaction ai messaggi

whatsapp
Sono spuntati alcuni interessanti dettagli a riguardo (Screenshot WABetaInfo)

A breve, anche su WhatsApp sarà possibile mettere le reazioni ai singoli messaggi. Basterà fare tap sul contenuto scelto e, tra le varie informazioni, spunterà anche una nuova scheda dedicata. Inizialmente verrà mostrata la sezione “Tutte” con le principali emoji, e poi vi sono anche altre schede dedicate alle singole possibili emoji da utilizzare. Stando a quanto riferiscono gli esperti di WABetaInfo, si potrà reagire ad un messaggio una sola volta e le reaction sono limitate a 6 faccine. La funzione è già stata individuata in una precedente versione beta per iOS, ma pare che a breve verrà allargata anche ad Android.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Honor 60, giù il velo prima del tempo: ecco come sarà la serie dei nuovi smartphone cinesi

Non si ha invece nessuna informazione sul possibile rollout a livello globale. Come sempre succede in questi casi, molto probabilmente sarà questione di settimane. Il team di sviluppo sta monitorando i test con la cerchia ristretta di utenti selezionata, e avrà il compito di andare a perfezionare il tutto prima del tanto atteso aggiornamento per tutti.