WhatsApp è pronta a rivoluzionarsi: in arrivo una funzione completamente nuova

Scoperta una funzione completamente nuova su WhatsApp e destinata a sfidare a campo aperto Telegram. Ecco di che cosa si tratta

WhatsApp Community nuova funzione
Una nuova novità è in arrivo su WhatsApp (Unsplash)

WhatsApp studia nuove mosse per confermare la propria egemonia tra le migliorie applicazioni di messaggistica istantanea e allontanare la concorrenza, che non sta a guardare e introduce funzioni sempre più complete. La popolare app di proprietà di Facebook sta infatti ultimando alcuni progetti già in cantiere, ma nel frattempo potrebbe giungere una novità a dir poco inedita.

Come riportato dal “solito” WABetaInfo, la nuova versione di WhatsApp Beta per Android, la 2.21.21.7, conterrebbe degli inequivocabili rimandi a “Community“. Di che cosa si tratta? Secondo le prime ricostruzioni della fonte, quella di cui in oggetto andrebbe inquadrata come una sorta di canali o macro-gruppi, sulla falsariga di quanto già presente sul rivale Telegram. In senso assoluto non ci troviamo quindi dinanzi a una feature nuova di zecca, seppur certamente inedita considerando le caratteristiche di WhatsApp.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Google Drive diventa più facile, la nuova ricerca semplifica la vita agli utenti

Le Community di WhatsApp saranno protette da crittografia end-to-end

WhatsApp Community nuova funzione
Alcune immagini della funzione WhatsApp Community (Screenshot WABetaInfo)

All’interno delle Community, gli amministratori delle stesse avranno il potere di invitare partecipanti esterni e messaggi, attraverso le impostazioni interne del canale. Ma non solo, perché dalle informazioni di WABetaInfo, pare che dentro le Community sarà possibile creare anche un sotto-gruppo di partecipanti: dal generale si andrebbe insomma al particolare. Detta in questo potrebbe non essere di immediata comprensione, ma può tornare utile un esempio per chiarire meglio il discorso: la Community generale potrebbe essere il canale dedicato a una certa Università italiana, mentre la Community intesa come sotto-gruppo potrebbe identificare invece una determinata facoltà o corso di laurea di quella stessa Università presa come riferimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ecco come poteva essere iPhone 4: spunta un video del rarissimo prototipo

È importante precisare che le Community di WhatsApp non saranno gruppi pubblici, ma dei veri e propri canali privati protetti dalla crittografia end-to-end. Non abbiamo ancora informazioni sul rilascio in larga scala, anche perché WABetaInfo ha soltanto captato alcuni riferimenti, che dovranno dapprima essere testati internamente e soltanto in via successiva incorporati a livello generale nelle versioni beta e “stabile” delle app WhatsApp. Una cosa è comunque certa: le Community arriveranno sia su Android che iOS.