WhatsApp e i messaggi anonimi: come inviarli

Praticamente tutti al giorno d’oggi, dagli adolescenti ai nonni, usano WhatsApp per comunicare quotidianamente. C’è chi lo usa per lavoro, a maggior ragione se in regime di smartworking, e chi per sentire amici e parenti lontani. L’app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo, di proprietà di Facebook, è diventata ormai un must imprenscindibile su qualunque smartphone. Alle tante funzioni offerte da WhatsApp, peraltro in costante aggiornamento, si aggiungono quelle offerte da app di terze parti, alcune delle quali particolarmente interessanti.

Ed è proprio sfruttando servizi esterni che è ad esempio possibile inviare messaggi in incognito, celando il mittente dietro l’anonimato. Si tratta, ovviamente, di una pratica “border line”, in grado di generare scherzi simpatici tra amici, ma che non deve assolutamente trascendere in utilizzi non consentiti dalla legge. Vediamo dunque come procedere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, ecco come modificare la voce dei messaggi audio

Come inviare messaggi anonimi su WhatsApp in modo semplice e veloce

whatsapp messaggi anonimi
(AdobeStock)

Per inviare messaggi anonimi su WhatsApp è sufficiente utilizzare il servizio Wassame, passando dal relativo sito web. Attraverso la piattaforma, oltre a poter inviare messaggi in incognito, è possibile di fatto scrivere a qualcuno sulla piattaforma di messaggistica anche se non si è provvisti del telefono in quel preciso momento. Tutto ciò che occorre fare è selezionare il tipo di messaggio che si vuole inviare, flaggare la voce “Anonymous” e inserire il numero di telefono del destinatario. Per evitare che venga utilizzato per la diffusione di spam, il servizio consente l’invio di un solo messaggio al giorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La bufala corre su WhatsApp, 120 euro al giorno per chi resta a casa

Wassame infine funziona anche al contrario, ovvero per scoprire il mittente di un messaggio ricevuto in forma anonima su WhatsApp. Un escamotage divertente, se usato con buon senso, per prendersi gioco di qualche amico.