Whatsapp raddoppia? Come usare il messenger su due smartphone

Whatsapp su due smartphone sfruttando lo stesso numero: è possibile con un piccolo escamotage oppure usando apposite app. Scopri come!

whatsapp
WhatsApp, come accedere alle chat da due dispositivi contemporaneamente (Getty Images)

Avete uno smartphone di back-up e vorreste utilizzarlo ogni volta che quello “ufficiale” non è disponibile? Ebbene, non siete i soli. Avere un telefono di riserva è un’abitudine condivisa da molti e può rivelarsi piuttosto utile, a patto che riusciate ad adoperarlo come fate con quello principale o quasi.

Ci sono però delle applicazioni di utilizzo frequentissimo che non ammettono doppioni: è il caso di WhatsApp, la app di messaggistica più popolare al mondo che è inseparabile dal nostro numero di telefono, e che di conseguenza può essere attivata su un solo telefonino. Provate a inserire il vostro numero su un secondo dispositivo mobile e il vostro account scomparirà automaticamente dal primo.

Il team di sviluppatori della controllata di Facebook è da parecchio tempo al lavoro per regalarci un messenger utilizzabile su quattro dispositivi diversi, sempre con lo stesso account. Ma fino a quando la funzionalità non sarà disponibile, dovremo accontentarci di fare leva su qualche trucchetto per ottenere un risultato, se non perfetto, almeno analogo. Ecco come.

WhatsApp su due smartphone contemporaneamente: le opzioni

Whatsapp due smartphone WhatsApp Web
Il QR di WhatsApp Web

Per sdoppiare WhatsApp su più di un telefono dobbiamo sfruttare la versione per desktop, WhatsApp Web. Possiamo ottenere lo stesso risultato sia tramite browser che tramite app. In entrambi i casi, i due cellulari dovranno essere vicini. Iniziamo con il metodo per browser: qualunque sia il vostro preferito, tutti hanno la possibilità di passare dalla versione mobile a quella per desktop. Da Firefox a Chrome, da Safari a Opera o Edge passando per Brave, basterà cercare l’impostazione tra le opzioni e settare il browser su modalità desktop.

TI POTREBBE INTERESSARE>>>Un governo vuole tracciare tutti i messaggi WhatsApp degli utenti

A quel punto basterà aprire la pagina di Whatsapp Web con il cellulare di riserva e inquadrare il codice QR con il lettore della app originale aperta sullo smartphone principale. Né più, né meno rispetto a quello che faremmo con un PC o un Mac. Ovviamente, i messaggi risulteranno più piccoli sul browser del dispositivo mobile e dovremo arrangiarci allargando lo schermo ogni volta che non riusciremo a leggere. A nulla varrebbe tornare in modalità mobile, perché saremmo istantaneamente buttati fuori da WhatsApp Web.

PER APPROFONDIRE—>75% dei dipendenti usa Whatsapp per condividere dati sensibili: è allarme

Una buona alternativa, probabilmente più pratica a livello visivo, sarebbe scaricare una app sul secondo telefono. Si tratta di un vero e proprio scanner preimpostato per aprire WhatsApp Web. Tra le più popolari c’è Whatscan Pro, ma vi basterà fare un giro sul Google Play Store per trovare un’ampia scelta. Normalmente queste applicazioni sono gratuite e quindi piene zeppe di pubblicità ma sono ottimizzate su WhatsApp, per un’esperienza utente superiore. Una volta aperta, quindi, Whatscan funziona grosso modo come un browser: selezionate l’opzione Whatscan e scannerizzate il codice QR sul telefono principale per sintonizzarvi sulle vostre chat. Anche WhatsApp Web funziona ovviamente su un solo dispositivo.