WhatsApp cambia ancora: potrebbe arrivare un sistema di sicurezza aggiuntivo

La sicurezza non è mai troppa, soprattutto su internet. Ecco perché WhatsApp starebbe valutando un sistema di sicurezza aggiuntivo per proteggere gli account

Ancora oggi, WhatsApp è considerata la piattaforma di messaggistica numero uno al mondo. Un successo legato principalmente al continuo e attento lavoro svolto da parte del team di sviluppatori, con tante funzionalità già rilasciate in questo 2022 e tante altre che vedranno la luce nei mesi a venire.

whatsapp codice 20220604 cellulari.it
Pare che, tra i piani di WhatsApp per il futuro, ci sia anche l’aggiunta di uno speciale sistema a doppio codice di verifica (Adobe Stock)

Stando a quanto rilevato da WABetaInfo, ce ne sarebbe una nello specifico che andrebbe a riguardare la sicurezza degli account. Si tratta di un doppio codice di verifica, da aggiungere nelle impostazioni sulla privacy e che renderebbe ancor più difficile accedere ad un determinato profilo.

Ecco cosa c’è da sapere sul doppio codice di verifica per WhatsApp

whatsapp codice 20220604 cellulari.it
L’obiettivo è quello di rendere ancora più sicuro l’accesso al proprio account personale da un secondo dispositivo. In caso di accesso non identificato, viene inviato un avviso automatico (screenshot WABetaInfo)

Al momento si tratta semplicemente di un’indiscrezione lanciata dagli esperti di WABetaInfo, ma non è da escludere che il doppio codice di verifica diventi realtà all’interno del sistema di sicurezza di WhatsApp. Il suo funzionamento sarebbe in realtà molto semplice. Quando si registra un nuovo account, dopo aver inserito il numero di telefono verrà richiesto di aggiungere un codice a sei cifre. Dopo aver fatto ciò, spunterà un’interfaccia con un ulteriore codice a sei cifre.

Ovviamente tutto questo verrà attivato solo qualora si registra l’account su un dispositivo diverso da quello del proprietario. E quest’ultimo riceverà avvisi in tempo reale, così da sapere se qualcuno sta cercando di accedere al profilo senza permesso. Per ora la feature è in fase di sviluppo, e dunque servirà diverso tempo prima del rollout globale. Bisogna prima aspettare il rilascio in Beta per Android ed iOS, così da limare ogni minimo dettaglio. A questo punto, non rimane altro che attendere ulteriori novità da parte dell’azienda stessa a tal proposito. Potrebbe essere una delle tante aggiunte previste per gli ultimi mesi del 2022.