Whatsapp, occhio alla bufala: quello che sembra un regalo è in realtà una truffa

L’occasione fa l’uomo ladro. Proverbio ad hoc per una delle truffe che divampa su Whatsapp. L’occasione è data dal presunto anniversario di Hermés, nota azienda francese di alta moda (prêt-à-porter, accessori, pelletteria, borse, arredamento, accessori per la casa, gioielli, profumi e valigie di lusso) che avrebbe scelto un’operazione di markerting, omaggiando i suoi clienti con una borsa in omaggio. Niente di più falso.

Whatsapp, l'ultima bufala (Adobe Stock)
Whatsapp, l’ultima bufala (Adobe Stock)

E’ il più classico dei phising: un’e-mail con il logo contraffatto di un istituto di credito o di una società di commercio elettronico, in cui si invita il destinatario a fornire dati riservati motivando tale richiesta con ragioni di ordine tecnico.

Whatsapp, commemorazione del 184° Anniversario di Hermès. Regali gratuiti per tutti! Non è vero nulla

Whatsapp, una sondaggio pericoloso (Adobe Stock)
Whatsapp, una sondaggio pericoloso (Adobe Stock)

Secondo un messaggio che circola su Whatsapp, Hermès darebbe un contributo a chi accede a un sito web, risponde ad alcune domande facenti parte di un sondaggio, partecipa a un “box game” e, alla fine, condivide un link con gli amici su Whatsapp. Il messaggio che circola è il seguente: “Commemorazione del 184° Anniversario di Hermès. Regali gratuiti per tutti! Hai la possibilità di ottenere una borsa Hermès”. Non aprite quel messaggio: non c’è nessuna borsa in omaggio.

LEGGI ANCHE >>> Offerte ho. Mobile, ricariche telefoniche in regalo: ecco come ottenerle

In realtà, il messaggio è solo un’altra nuova promozione falsa che circola su WhatsApp. Anche seguendo tutti i passaggi per prendere il fantomatico regalo in questione, alla fine ci si trova in un vicolo cieco. Senza via d’uscita, il sito è un fake, fra l’altro che fa crashare il device che si sta utilizzando, è una pagina web inoltrato tramite pubblicità che farà guadagnare soldi ai truffatori, con registrazioni e dati.

LEGGI ANCHE >>> Clubhouse per Android si fa sempre più completo: tutte le ultime novità

Se si riceve il messaggio e si risponde si rischia di mettere in pericolo la propria sicurezza digitale, oppure vedere il proprio conto prosciugato. Basta andare sul sito ufficiale Hermès: non c’è nessuna promozione riguardante la borsa “Kelly”.

D’altronde, la domanda sorge spontanea: come Hermés potrebbe regalare una Kelly che costa quattromila euro? E’ una borsa, fra l’altro, avvolta nella leggenda. Negli anni ’30, Robert Dumas, genero di Émile Hermès e suo successore alla direzione di d’Hermès (1951-1978), crea la borsa con cinghie per signora. La concepisce una forma a trapezio, due soffietti triangolari, una patta con taglio, un manico, due cinghie, e, grazie alla sua invenzione, proietta la maison nell’era dell’audacia e della modernità.

La leggenda vuole che, alla fine degli anni ’50, Grace Kelly, star di Hollywood divenuta principessa di Monaco, sia fotografata con questa borsa che le permette di dissimulare i primi segni della gravidanza. La Kelly assume così il suo nome definitivo, insieme a una fama internazionale.

Per riconoscere una Hermés Kelly originale da una farlocca, solitamente il tatto fa la già una primordiale differenza: è morbida e leggera, con una forma trapezoidale più larga verso il basso e più stretto verso i manici. Ha un lucchetto lievemente bombato sui lati che riporta il nome della “maison” inciso e un numero verso il basso.