Varianti Covid-19, CNR: “Un metro di distanza non basta più”

Varianti Covid-19, il CRN avvisa i cittadini che il famoso metro di distanza non potrebbe più bastare per combattere la diffusione: serve più spazio.

Virus
Covid-19 ora seve più di un metro di distanza (Pixabay)

Il Covid-19 da oltre un anno è entrato nelle nostre vite. Ospite assolutamente indesiderato, si è preso tutto lo spazio che voleva. Cambiando profondamente l’esistenza di tantissimi persone. Molti sono morti, tanti hanno perso i propri cari. Ci sono delle persone che non hanno più il lavoro, persone che stanno iniziando a soffrire e anche parecchio del dover essere lontani dagli altri. Manca la vecchia routine, le abitudini e tutte le cose che facevamo prima, anche le piccolezze più insignificanti. E la situazione non è certamente delle migliori. I vaccini sono sempre di più in fase di sviluppo e di somministrazione, con le campane di vaccinazione che stanno procedendo piano piano. Però ci sono anche dei problemi, con il Covid-19 che sta variando, con le famose varianti che sono sempre di più diffuse e stanno colpendo un numero di persone via via maggiore. E ora gli esperti consigliano un’attenzione superiore per quanto riguarda la lotta al Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple TV+ annuncia tantissime nuove uscite: la lista completa

Varianti Covid-19, CNR: “Un metro di distanza non basta più”

Covid-19 vaccino
Covid-19 vaccino (Pixabay)

Le tante varianti che si stanno diffondendo hanno comunque una cosa in comune. Sono molto più infettive e aggressive. E questo è ovviamente un problema enorme per tutti coloro che inevitabilmente stanno cercando di contenere la malattia e di rendere molto meno preoccupate il numero di infetti e di persone che sono in pericolo di vita. E infatti gli esperti del Dipartimento di Scienze fisiche e Tecnologie della materia stanno mettendo in guardia la popolazione.

SULLO STESSO ARGOMENTO >>> Android 12 punta sulle gesture: sistema di navigazione all’avanguardia

Il dottor Corrado Spinella e gli altri del CNR ammettono che ormai il metro di distanza tra le persone, che da un anno viene considerato come fondamentale, potrebbe non bastare in più. Infatti pare che ora 1.40 metri sia la distanza minima da tenere in considerazione per queste nuove varianti del Covid-19.