Utenti minori in rete, nuove linee guida di Agcom per rendere più sicuro il parental control

L’Agcom punta forte sulla protezione degli utenti minori in rete e sul parental control. Sono state emesse nuove linee guida a riguardo

Un tema molto delicato parlando di internet è la protezione degli utenti minori. Si legge sempre più spesso di casi in cui l’incolumità dei più giovani viene resa vulnerabile, per un motivo o per un altro. Sono già state adottate contromisure a riguardo, e si sta lavorando per rendere il web un posto più sicuro.

minori agcom 20220207 cellulari.it
L’Agcom ha rilasciato nuove linee guida aggiornate in merito alla protezione dei minori online (Adobe Stock)

A tal proposito, l’Agcom ha appena pubblicato una serie di nuove linee guida aggiornate riguardanti “Sistemi di protezione dei minori dai rischi del cyberspazio“. Sono stati presi in considerazione parametri relativi al parental control, ora più aggiornati e potenzialmente più sicuri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carenza di hardware sul mercato, qualcosa sta cambiando: lo rivela un report

Agcom, nuove linee guida per la protezione dei minori online

minori agcom 20220207 cellulari.it
Ecco le nuove regole che gli operatori saranno tenuti a rispettare (Unsplash)

Un obiettivo molto chiaro quello dell’Agcom, che punta a rendere meno vulnerabili i minori in rete. “Gran parte degli operatori ha realizzato sistemi di parental control sulla base delle proprie soluzioni tecniche e dei propri criteri. Sono però previsti costi in alcuni casi, mentre in altri il tutto è in fase di implementazione. Alla luce delle risultanze, lo stato di implementazione è apparso ancora parziale e non conforme alla normativa” si legge nelle linee guida: “Si è ritenuto opportuno adottare nuove regole volte a orientare gli operatori in ordine alle modalità di realizzazione dei vari sistemi di protezione dei minori“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Offerte Volantino Comet: sconti amorevoli su iPhone 13 e sugli smartphone Android

Sono stati suddivisi gli enti in tre fasce: operatori di fascia A con almeno 100.000 linee dati attive, fascia B con almeno 10.000 linee dati attive e fascia C che comprende tutti gli altri. Stando alle nuove regole, il parental control dovrà essere attivato in automatico se il titolare del contratto è minorenne. I servizi dovranno inoltre essere erogati gratuitamente, così come dovrà essere garantita l’assistenza attraverso call center. È infine previsto il blocco, mediante Dns, dei siti con contenuti oggetti di filtro.