Un iPhone come Xbox portatile? Apple e Microsoft ci hanno pensato seriamente

Secondo quanto si legge su alcune email divulgate, pare che Apple e Microsoft fossero intenzionate a “trasformare” gli iPhone in Xbox portatili

xbox iPhone 11122021 cellulari.it
Microsoft ed Apple sarebbero state ad un passo da un accordo super (Adobe Stock)

Il mobile gaming sta raggiungendo un successo sempre maggiore. Ormai chiunque sfrutta il proprio smartphone di ultima generazione anche per giocare, con titoli sempre più all’avanguardia e pronti a sfruttare a pieno tutte le potenzialità a livello tecnico. Una vera e propria alternativa alle classiche console portatili, come quelle lanciate negli anni passati da Nintendo, Sony e Microsoft.

Ma avreste mai pensato di poter unire le due cose? Magari avendo una vera e propria console portatile all’interno del vostro device? Microsoft ed Apple sì. Secondo alcune email divulgate, infatti, pare fosse in lavorazione un progetto a dir poco interessante per tutti i gamer.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bill Gates scommette sul metaverso: “cambierà la vita entro pochi anni”

iPhone come Xbox portatile, i dettagli del progetto andato in fumo

xbox iPhone 11122021 cellulari.it
Molti titoli tripla A di Xbox sarebbero stati disponibili anche su App Store (Adobe Stock)

Stando a quanto si legge, pare che Microsoft fosse disposta a portare alcuni dei suoi giochi esclusivi Xbox tripla A sull’App store per iOS. Una mossa che, di fatto, avrebbe “trasformato” gli iPhone in vere e proprie console portatili. L’idea era quella di trasferire direttamente i titoli sullo store in forma nativa, piuttosto che con il servizio Xbox Cloud Gaming che conosciamo oggi. Alla fine però non se n’è fatto nulla, per una serie di ragioni. Innanzitutto, Microsoft avrebbe voluto un’unica app per lo streaming dei videogiochi, mentre Apple si sarebbe impuntata su un progetto con la tecnologia di streaming all’interno di ogni singolo gioco.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Huawei P50 Pro è pronto ad allargare gli orizzonti: le ultime notizie sulla data di uscita

Altro punto cruciale, e non poteva essere altrimenti, sono stati gli acquisti in-app. Microsoft non avrebbe voluto sfruttare il sistema di Apple, come però richiesto dai termini dell’App Store. Il progetto alla fine non è decollato, nonostante le ottime premesse. Pare che il gigante di Redmond fosse addirittura disposto ad offrire esclusive non disponibili nemmeno nel suo Game Pass, ma dalle parti di Cupertino sono voluti rimanere fedeli ai termini di servizio dell’App Store.