Uber: se fai questo il costo è esagerato, ecco a cosa stare attenti

Uber è un nome che tutto il mondo ha sentito nominare almeno una volta, ed è utilizzato in quasi 80 paesi nel mondo da cittadini comuni che hanno bisogno di spostarsi in un modo conveniente e veloce.  Non si tratta altro che di un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’applicazione mobile che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti.

Nell’ambito di quella che è stata ribattezzata “economia collaborativa“, Uber è nata come un’alternativa al trasporto normale, dando opportunità convenienti sia a chi conduce i mezzi che ai passeggeri/clienti che chiedono un viaggio. Uber si utilizza tramite una App che molto facilmente ti permette, ovunque ti trovi, di poter decidere dove andare tramite questo servizio.

Uber (Foto Canva)
Uber (Foto Canva)

“Un modo nuovo e migliore di muovere il mondo”. E’ questo il motto di Uber, facendo intendere che l’azienda vuole innovare il modo di muoversi, migliorando anche l’impatto sull’ambiente grazie alla condivisione di spostamenti e spese.

Uber, come funziona la App che stanno usando tutti

Usare Uber è facile, anzitutto perché da la possibilità di richiedere il preventivo di una corsa prima di prenotarla. Aprendo l’app, basta inserire l’indirizzo di destinazione nel campo “Dove si va?” e visualizzare i veicoli disponibili nella zona dove ti trovi. Una volta individuata la scelta, fai click su “Scegli UberX” e conferma la tua richiesta ad autisti partner disponibili nelle vicinanze.

Uber condividere viaggio
Uber la app per condividere i viaggi

L’app stima il tempo previsto di arrivo, e se invece non dovessero essere a disposizione autisti, ti invierà alternative possibili. Se il partner accetta la tua richiesta, puoi vedere la sua posizione e l’orario di arrivo previsto sulla mappa. Riceverai una notifica quando l’autista sarà vicino al punto di partenza. In alcune città, puoi anche richiedere una corsa con più fermate.

Il rischio di pagare a vuoto

Può capitare, come in ogni situazione, di ripensare ad un’azione intrapresa o ad una decisione, per vari motivi. Nel caso di una corsa con Uber, l’azienda chiarisce dei particolari importanti legati all’eventuale cancellazione della corsa. E’ possibile cancellare una corsa con Uber in qualunque momento, e sempre tramite app. Ma fai attenzione alle tempistiche.

Se infatti, a seguito della tua prima richiesta ti è già stato abbinato un autista partner che hai già accettato, potrebbe esserti addebitato il costo di cancellazione, che verrà accreditato all’autista partner per il tempo e la distanza impiegati per arrivare alla tua destinazione. Bisogna anche fare attenzione a non far attendere troppo l’autista, che potrebbe cancellare la corsa dopo aver aspettato diversi minuti al punto di partenza (il limite di tempo varia in base alle località).

Al contrario, non ti verrà addebitato nessun costo di cancellazione in caso in cui l’autista partner abbia impiegato più tempo del previsto per raggiungerti. In ogni caso, se si ritiene che un costo di cancellazione sia stato addebitato per errore, si può compilare il modulo “Rivedi il costo della cancellazione”. In ogni caso, come invita a fare la stessa piattaforma, “Richiedi una corsa solo quando è tutto pronto e ti trovi in prossimità del punto di partenza”.