Twitter sonda il terreno per gli “Amici più stretti” e due nuove funzionalità per la cura dei contenuti

Twitter sta testando una funzione che permetterebbe di condividere i tweet solo con alcuni utenti scelti tramite liste di amici.

Twitter Amici
(Unsplash)

Twitter sta considerando l’implementazione di una nuova funzionalità: la piattaforma di microblogging potrebbe arricchirsi con l’opzione di condividere i tweet solo con determinati utenti, selezionati in liste simili a quella degli “Amici più stretti” per le Storie di Instagram. Il designer Andrew Courter ha pubblicato un’anteprima di questa feature insieme ad altre, finalizzate a definire in modo più personalizzato il target dei propri contenuti, tra cui anche la possibilità di integrare diversi “aspetti” della proprio account per indirizzare i tweet ad una determinata audience.

Twitter consente già di decidere chi può rispondere ad ogni tweet, ma non di definire chi li visualizzerà: con la feature per gli amici fidati, solo il gruppo di utenti scelti potrà vedere i tweet. La seconda opzione permetterà invece di definire più sezioni ed “aspetti” di uno stesso account, separando l’identità professionale da quella personale, ognuna delle quali potrò essere pubblica o privata. I follower potranno decidere quali “aspetti” seguire, e gli utenti non dovranno passare da un account pubblico ad uno privato o cambiare le impostazioni della privacy per personalizzare la propria esperienza.

Courter allude anche alla possibilità di organizzare la timeline per visualizzare per primi i tweet degli amici più stretti, offrendo quindi una terza opzione alle modalità cronologica ed algoritmica per la home.

LEGGI ANCHE >>> AirPods Pro 2, doccia fredda per gli utenti: ecco cosa farà Apple

Twitter, forse in arrivo maggiore cura dei contenuti per gli amici e filtri per le risposte

Courter ha mostrato anche una terza funzionalità che potrebbe arrivare su Twitter nel prossimo futuro: un miglioramento del filtro delle risposte che consentirebbe agli utenti di scegliere frasi e parole specifiche che “preferiscono non vedere”. Al momento della composizione di una risposta contenente una di queste parole, Twitter mostrerà un messaggio di avviso per indicare il desiderio dell’utente. A nessuno sarà impedito di rispondere sulla base di queste preferenze, ma le risposte con parole indesiderate saranno meno visibili ai destinatari.

Tutte queste feature sono ancora in fase di sviluppo, delle idee non ancora progettate: potrebbero non vedere mai la luce, ma la compagnia è alla ricerca di feedback sul design e sta testando l’interesse dell’userbase.

LEGGI ANCHE >>> Cashback fino a fine anno? Ecco come aggirare lo stop del governo