Traffico dati, il report sul consumo medio mensile stilato da AGCOM

L’ultimo osservatorio AGCOM ha fornito dati precisi sul traffico dati e sul consumo medio mensile degli utenti

traffico dati
Traffico dati, AGCOM ha reso pubblico l’osservatorio relativo al terzo trimestre del 2020 (Adobe Stock)

Quanto consumiamo al mese utilizzando il traffico dati a nostra disposizione con le varie offerte lanciate dagli operatori telefonici? A rispondere ci ha pensato AGCOM che, con l’ultimo osservatorio reso pubblico, ha valutato i consumi da parte dei clienti di rete mobile. I numeri sono in continua crescita, simbolo del fatto che sempre più spesso gli utenti si ritrovano ad utilizzare la connessione da smartphone piuttosto che quella da casa.

Nello specifico, l’osservatorio 4/2020 si concentra principalmente sul terzo trimestre del 2020, valutando quindi i dati sui consumi fino a settembre scorso. Per gli ultimi mesi dell’anno, invece, toccherà attendere il primo report dell’anno nuovo. Andiamo a vedere nel dettaglio tutti i dati relativi al consumo medio nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> POCO corre da solo. E già tempo di X3 Pro

Traffico dati, quanto consumiamo in media

Android Auto, rebus bug (unsplash)
I dati aggiornati relativi al consumo medio mensile

Grazie all’ultimo osservatorio AGCOM sulle comunicazioni, è possibile accedere ad un report aggiornato sui consumi medi a livello nazionale del traffico dati su telefono. Si parla di un consumo che, a settembre 2020, ha raggiunto un totale di 56,9 milioni. Dati che salgono a 4608 petabyte, molto maggiori rispetto ai 3000 del settembre 2019. A livello unitario, invece, la media parla di un utilizzo medio di 9,23 Giga di traffico dati al mese, con un rialzo del 48,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> iPad ora legge la scrittura a mano in italiano con la beta di iPadOS 14.5

Si tratta di un trend in crescita, ma comunque inferiore rispetto agli osservatori dal 2017 al 2018 e dal 2018 al 2019. Questo fenomeno è stato definitivo “Effetto Pandemia“, che ha portato ad una crescita importante dei dati consumati a livello unitario. Per avere una panoramica completa, bisognerà aspettare il report relativo all’ultimo trimestre del 2020.