TikTok come Instagram: il test sulle storie a tempo determinato

Non importa come, purché se ne parli. Questo vecchio adagio sembra adattarsi perfettamente alla filosofia del social network più chiacchierato degli ultimi anni, TikTok, che nel bene e nel male, ogni tanto tira fuori un coniglietto dal cilindro.

Tik Tok app (Adobe Stock)
Tik Tok app (Adobe Stock)

E’ di questi giorni infatti la notizia che TikTok ha deciso di avviare il test sulle storie che spariscono in 24 ore, in perfetto stile Instagram, per verificare se questo tipo di feature inserita nelle funzionalità possa essere utile al suo pubblico.

TikTok come Insta, stories vs. video: la normalità piace più dello spettacolo?

Instagram (Adobe Stock)
Instagram (Adobe Stock)

La differenza sostanziale tra un TikTok che viene realizzato e pubblicato sul social e una storia, è sostanzialmente la sua durata nel tempo. Il video infatti una volta caricato non sparisce più dal feed del social, a meno che non sia l’utente stesso a cancellarlo. E per sua stessa definizione e missione del social cinese, tende a costituire spettacolo, quindi a raccogliere visualizzazioni nel corso del tempo, non importa quanto.

LEGGI ANCHE >>> Google vuole rendere la vostra casa più smart: arrivano tre nuovi Nest per tutti

La storia invece, come nella perfetta filosofia di Instagram da cui TikTok sta attingendo, è un video (o un’immagine, o comunque una comunicazione visiva) a tempo determinato, sparisce dopo 24 ore. In questo senso, quindi, non è necessario che sia “spettacolare”, può anche rappresentare un momento di vita vissuta, semplice e senza fronzoli, che l’utente può serenamente creare senza preoccuparsi di fare grosso spettacolo.

LEGGI ANCHE >>> Kena 7,99 Flash si apre anche ai clienti Fastweb e mette il carico di giga

Quale sia l’intento di TikTok con questa nuova funzione, ancora non è dato di saperlo. Si sa solamente per il momento che l’introduzione delle stories a tempo determinato su TikTok è attualmente in fase di test, anche se non si sa per quanto durerà questa fase e, soprattutto, non si conosce l’intenzione del social cinese rispetto al futuro ed anche in relazione ai risultati ottenuti dalla prova.

TikTok infatti ha mantenuto un rigoroso silenzio in proposito, non dando informazioni nemmeno circa il numero di utenti coinvolti nel test. Insomma tutto in maniera decisamente privata e discreta, forse per evitare di lanciare troppo presto una novità che invece potrebbe non trovare riscontro nella prosecuzione futura dell’entertainment della piattaforma.

TikTok, conosciuto anche come Douyin in Cina,è un social network cinese lanciato nel settembre 2016, inizialmente col nome musical.ly. Attraverso l’app, gli utenti possono creare brevi clip musicali di durata variabile (fino a 15 o fino a 180 secondi) ed eventualmente modificare la velocità di riproduzione, aggiungere filtri ed effetti particolari ai loro video. In Cina, l’applicazione non è la stessa pubblicata in Occidente ed è più sviluppata, integrando anche funzioni per l’Internet marketing.