Tesla hackerata con drone e chiavetta WiFi

Tesla hackerata grazie ad un drone ed una chiavetta WiFi, ecco il problema alla sicurezza di cui si parla ora. 

Tesla
Tesla e la falla alla sicurezza (via Tesla.com)

Tesla è una delle aziende più importanti del mondo, che ha macchine e cliente in tutto il mondo. Parliamo infatti di un tipo di automobile che è diffusa in tutto il mondo e che è incredibilmente importante per quanto concerne lo sviluppo delle automobili e dell’IA legata ai veicoli. Infatti il numero uno dell’azienda, il visionario e pazzo Elon Musk, sta sempre di più cercando di realizzare il sogno di una vita: costruire un veicolo totalmente automatico che non ha bisogno di un’autista. E già siamo ad un ottimo punto per quanto concerne gli ultimi modelli di auto Tesla. Ma c’è sempre da migliorare, continuamente, come ogni cosa che sia legata al mondo della tecnologia e della sperimentazione. Una delle voci in cui la Tesla può migliorare fin da subito, però, è senza dubbio la sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Green Pass europeo ai nastri di partenza: il 10 maggio al via la fase di test

Tesla hacerata con un drone e una chiavetta

Elon Musk
Elon Musk, numero uno di Tesla (screenshot)

Degli esperimenti fatti da un gruppo di esperti in sicurezza informatica Weinmann e Schmotzle, che hanno pubblicato tutto quello che hanno scoperto sulla Tesla in una lunga ricerca, l’automobile in questione ha una falla alla sicurezza. In particolare i modelli Tesla Model 3, Model Y, Model S e Model X. Infatti si parla di un problema legato alla possibilità di hackerare la macchina.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Cashback, che spavento per gli utenti: sta succedendo in queste ore

Tramite un drone e una chiavetta WiFi, infatti, sarà possibile per tutti coloro che hanno delle conoscenza informatiche accedere al voltante dell’auto e ai controlli. Il problema non sussiste quando il pilota è al volante, ma in caso di guida automatica, ecco che il rischio è molto più che concreto. Tesla ed il gruppo di esperti di Elon Musk certamente lavoreranno al massimo delle proprie risorse e capacità per cercare di ovviare al grosso problema che affligge le sue vetture.