Cashback, che spavento per gli utenti: sta succedendo in queste ore

Nuovo allarme per ciò che riguarda il Cashback di Stato. Molti utenti in panico per ciò che sta succedendo con l’app della Pubblica Amministrazione

cashback
Paura tra i partecipanti del Cashback per un errore del sistema (Adobe Stock)

Torniamo a parlare del bonus Cashback. L’iniziativa lanciata dal precedente esecutivo e confermata dal governo Draghi è ormai agli sgoccioli. La prima fase si concluderà infatti nel mese di giugno, e ancora non è chiaro se proseguirà anche nella seconda parte dell’anno e soprattutto con quali modalità.

Il piano è infatti stato escluso dal Recovery Fund, e la lotta ai “furbetti” si sta facendo sempre più dura. Per l’ottenimento del Superbonus da 1500 euro, infatti, tantissimi cittadini stanno riuscendo ad eludere con facilità i sistemi di sicurezza messi a punto dagli enti competenti, scalando la classifica in maniera poco trasparente. Proprio in questo senso, nelle ultime ore è allarme tra gli utenti per un errore del sistema. Ecco cosa sta succedendo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Truffe e malware online, è allarme per oltre il 90% dei siti streaming illegali

Cashback, l’app non registra le transazioni: panico tra gli utenti

cashback
Caricamento lento delle operazioni effettuate sull’app (Pixabay)

Moltissimi cittadini che stanno lottando con le unghie e con i denti per scalare la classifica del Cashback e ottenere il Superbonus da 1500 euro extra sono in apprensione. Sembrerebbe infatti che l’app IO della Pubblica Amministrazione stia riscontrando alcuni gravi problemi con la registrazione delle transazioni, con un caricamento molto lento e che fa temere il peggio. Il fenomeno sta accadendo in maniera particolare nelle ultime ore, ma c’è chi già ha denunciato il tutto parecchi giorni fa.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp stravolge i messaggi vocali: nuova feature in dirittura d’arrivo

Nello specifico, pare che se un utente fa diverse operazioni nell’arco delle 24 ore, molte di queste non risultino nell’applicazione. Nulla da temere comunque: è errore temporaneo e che verrà presto risolto. Tutte le transazioni effettuate con i metodi di pagamento registrati nel sistema non andranno perse. Potrebbe volerci più tempo per far sì che gli acquisti spuntino nella classifica, ma questo non vuol dire che bisognerà fare tutto da capo.

Alcuni già temevano che fossero entrate in vigore nuove regole per contrastare i furbetti ma – almeno per il momento – nulla è stato ufficializzato. È chiaro che nei prossimi mesi, qualora si dovesse continuare col Cashback, un piano contro le micro-transazioni potrebbe venire attuato.