Superlega pronta al via: i proprietari miliardari delle 12 squadre

Una nuova bufera ha investito il calcio: la Superlega. Chi sono i proprietari dei 12 top club pronti a darsi battaglia

superlega proprietari
Superlega, chi sono i proprietari miliardari dei 12 top club (Getty Images)

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno la scorsa domenica sera: nasce la Superlega. Si tratta di un nuovo torneo élitario che vedrà partecipare 20 squadre, di cui 15 fisse e 5 a rotazione in base ad un sistema di qualificazione ancora da mettere nero su bianco. Milan, Inter, Juventus, Barcellona, Real Madrid, Atletico Madrid, Manchester City, Manchester United, Tottenham, Arsenal, Chelsea e Liverpool: sono questi I primi 12 top club firmatari che hanno fondato la lega, in attesa di capire quali saranno le altre 3 compagini fisse.

Inutile sottolineare come tutto questo abbia scatenato un vero e proprio putiferio nel mondo del calcio, tra chi parla di sport verso la morte definitiva e chi è invece favorevole all’idea rivoluzionaria. È stato chiaro il presidente della Superlega Florentino Perez ai microfoni di Chiringuito TV: “Se i top club non tornano a guadagnare, il calcio sarà morto entro il 2024”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Banda larga, ecco quanto spendono in media gli italiani

Superlega, chi sono i proprietari miliardari delle 12 squadre

superlega proprietari
Da Andrea Agnelli a Paul Singer: tutti i nomi e i loro patrimoni (Getty Images)

Una rivoluzione che potrebbe prendere il via già a partire da agosto, nonostante la guerra aperta dichiarata da Uefa e Fifa: con la Superlega, il calcio si prepara ad una vera e propria rivoluzione a suon di miliardi di euro. Ma chi c’è dietro ai club fondatori di questo nuovo movimento? Spicca Andrea Agnelli, ormai ex presidente dell’ECA e proprietario della Juventus: il suo patrimonio è di 2 miliardi di dollari. In Italia ci sono poi Inter e Milan. Per i nerazzurri c’è Steven Zhang, il cui padre ha un patrimonio di 7,3 miliardi di dollari. I rossoneri invece sono di proprietà del fondo Elliot Management, il cui numero uno Paul Singer ha 4,3 miliardi di dollari di patrimonio.

Volando in Inghilterra, John Henry – uno dei due proprietari del Liverpool – vanta un patrimonio da 2,8 miliardi di dollari. Roman Abramovich, Stanley Kroenke e Joe Lewis – proprietari di Chelsea, Arsenal e Tottenham – hanno fondi pari a 14,8, 8,2 e 4,9 miliardi di dollari.

FORSE TI INTERESSARTI ANCHE >>> Amazon Prime Video: bene, bravi, bis. Le anticipazioni su LOL – chi ride è fuori – seconda edizione

Per il proprietario del Manchester City – lo sceicco Mansour bin Zayed Al Nahyan – il patrimonio da vantare è invece di 22,2 miliardi di dollari. Stando a quanto riferisce Forbes, il vicepresidente della Superleague e co-proprietario del Manchester United Joe Glazer vanta 5,8 miliardi di patrimonio. In Spagna, c’è Idan Oferdell’Atletico Madrid che detiene il 32% delle quote e detiene fondi pari a 6,4 miliardi di dollari. Discorso diverso per Real Madrid e Barcellona, i cui proprietari sono i tifosi con programmi di affiliazione.