Spotify espande l’offerta: prossimamente eventi virtuali e dal vivo

La piattaforma di streaming di musica e podcast Spotify starebbe esplorando una possibile espansione del proprio servizio nell’organizzazione di eventi virtuali e dal vivo.

Spotify eventi
(Unsplash)

Spotify starebbe mirando alla diversificazione dei propri servizi. The Information ha riportato che il servizio di streaming sta esplorando la possibilità di espandere l’offerta nell’organizzazione di eventi, virtuali e dal vivo, accessibili con l’acquisto di un biglietto tramite la piattaforma stessa. La compagnia sta tastando il terreno e analizzando i dati sull’interesse dei consumatori ottenuti tramite il servizio di streaming di musica e podcast.

Questa mossa, tuttavia, non sarebbe mirata agli utenti né principalmente al guadagno tramite la vendita di biglietti, bensì agli artisti: si tratta di un tentativo di migliorare i rapporti con musicisti e cantanti, da sempre tesi a causa dei bassi profitti ricavati dagli stream su Spotify.

Utilizzando i dati disponibili, Spotify potrebbe organizzare ed ospitare concerti sia sulla propria piattaforma in modalità virtuale, che nelle regioni che gli altri promoter non raggiungono. Da una parte, ciò differenzierebbe il servizio da quello offerto da Apple Music, dall’altra dimostrerebbe agli artisti che l’azienda è interessata ad investire nella loro carriera, con prospettive di guadagno oltre il semplice streaming.

LEGGI ANCHE >>> Redmi Note 10 Pro accoglie un aggiornamento super: più RAM per tutti

Spotify si espande con gli eventi live: i dettagli ancora da definire

Spotify eventi biglietto a pagamento
Spotify punta a migliorare il rapporto con gli artisti con l’organizzazione di eventi (Unsplash)

Artisti come The Black Keys e Leon Bridges hanno già collaborato con Spotify per l’organizzazione di eventi live: la scorsa primavera, la compagnia ha offerto una serie di concerti virtuali preregistrati, con un biglietto del costo di $15. Sarebbero stati proprio questi eventi ad ispirare l’azienda ad investire nell’organizzazione e gestione di concerti e performance speciali.

Al momento, nulla è ancora ufficialmente definito: il cambio nel modello di business sarebbe significativo, ed i dettagli dell’eventuale offerta necessitano ancora di analisi ed organizzazione per assicurare un servizio profittevole e di qualità per gli artisti. Spotify venderebbe i biglietti per gli eventi, diversificando le entrate oltre quelle che, al momento, divide con le case discografiche; tuttavia, non ha intenzione di competere con giganti del settore degli eventi come LiveNation e Anschutz Entertainment Group.

LEGGI ANCHE >>> Covid Card, la certificazione vaccinale diventa a portata di smartphone