Covid Card, la certificazione vaccinale diventa a portata di smartphone

Google ufficializza la Covid Card sui suoi smartphone Android. Vi spieghiamo cos’è, perché è importante e quali sono i benefici.

Covid Card come funziona
Google lancia la Covid Card sugli smartphone Android (AdobeStock)

Nel giorno in cui il Green Pass diventa finalmente operativo in tutta Europa, Google escogita una soluzione per conservare la certificazione vaccinale sugli smartphone Android, coniugando semplificazione, trasparenza e sicurezza. Il gigante di Mountain View ha infatti pensato di sfruttare la piattaforma Google Pay – e in particolar modo le API Passes, già messe a disposizione a beneficio degli sviluppatori di terze parti – per creare una scheda appositamente dedicata alle informazioni relative alla vaccinazione e, più in generazione, ai risultati dei test Covid.

Tale spazio, emblematicamente ribattezzato sotto l’appellativo di “Covid Card“, avrà il compito di conglobare tutti i dati che afferiscono alla certificazione vaccinale o all’eventuale esito del tampone. Potremmo immaginarlo come una sorta di “cassetto” che potrà esser aperto o chiuso dall’utente ogni qualvolta occorrerà esibire il proprio certificato o i risultati dei test.

Uno spazio sicuro, protetto e inaccessibile, anche da parte della stessa Google. Che tramite un apposito post sul suo blog ufficiale, ha garantito l’assoluta trasparenza sui dati ivi riportati: l’azienda americana non potrà infatti salvare la scheda Covid nel cloud, né tantomeno utilizzare le informazioni per scopi pubblicitari; potrebbe invece raccogliere alcuni dati marginali e afferenti alla mera statistica, come il numero di volte in cui viene utilizzata dall’utente e in quali giorni. La protezione dei dati è peraltro avvalorata dall’utilizzo di credenziali (password, pin o dati biometrici) per sbloccare la visualizzazione della Covid Card.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Green Pass su WhatsApp? Macché, occhio alla nuova pericolosa truffa

Semplificazione e sicurezza

Covid Card come funziona
Un cassetto virtuale per utilizzare in modo sicuro e rapido le certificazioni vaccinali e i risultati dei test Covid (Screenshot GoogleBlog.com)

Google ha insomma esteso il raggio d’azione delle API Passes, le quali offrono già agli sviluppatori la possibilità di creare carte d’imbarco, carte fedeltà e affini ospitate dentro alla piattaforma Google Pay, con tutto ciò che ne consegue in termini di facilità d’uso e sicurezza. Le nuovi API Passes saranno adesso anche a disposizione degli sviluppatori dei governi locali, operatori sanitari e altre organizzazioni autorizzate all’emissione delle certificazioni vaccinali o dei risultati dei test Covid. In un futuro non troppo lontano si potrebbe anche immaginare l’inserimento del Green Pass dentro al “cassetto” Covid Card congegnato da Google.

E’ altresì importante rimarcare alcune funzionalità predisposte da Big G: per poter accedere alla scheda non sarà infatti necessario scaricare Google Pay e anzi verrà predisposto un modo per poter richiamare la scheda tramite un collegamento nella schermata principale. Il vantaggio è evidente, in quanto la Covid Card potrà essere utilizzata anche in assenza di una connessione mobile.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Offerte Iliad: 120 giga in 5G ad un prezzo super competitivo

Allo stato attuale, l’importante novità predisposta da Google è disponibile soltanto negli Stati Uniti e l’auspicio è che possa approdar presto anche in Europa. Occorrerà tuttavia un supporto capillare da parte delle autorità di ciascun Paese.